Primi incontri con gli operatori lunedì 6 e giovedì 9 maggio

L’entroterra romagnolo è tutto da scoprire. Per promuovere al meglio i suoi tesori, però, serve l’impegno di tutti, dal settore pubblico a quello privato. A questo fine, sono in partenza una serie di incontri sul territorio pensati proprio per costruire un percorso comune. I primi si terranno la settimana prossima a Galeata, Mercato Saraceno e Castrocaro Terme (in provincia di Forlì-Cesena) e a Riolo Terme (provincia di Ravenna), aperti a tutti i soggetti privati operanti nel sistema turistico del territorio.

Si tratta del progetto di Promozione integrata del territorio e marketing territoriale nell’area del Gal “L’altra Romagna”, finanziato con risorse del Fondo per lo sviluppo rurale della Regione Emilia-Romagna nell’ambito dell’operazione 19.2.02 sotto-azione specifica a.3.1.5. sottoazione 1.5. Allo storico Gruppo di azione locale, attivo da un trentennio, si affianca in questo percorso Visit Romagna, brand di “Destinazione turistica Romagna” (Dmc, ente pubblico di promozione nato dalla Regione) che ha stretto un accordo con il Gal lo scorso anno. Enti importanti, consci però del fatto che per strutturare e rafforzare l’offerta dell’entroterra romagnolo il ruolo dei privati sia imprescindibile.

Agli incontri parteciperà il direttore di Visit Romagna Chiara Astolfi, affiancata da operatori del territorio, tour operator e creator di esperienze di successo: “Con questo percorso partecipato entra nel vivo la parte operativa del progetto “Romagna autentica” –spiega Astolfi–. Mapperemo le esperienze turistiche presenti nei 25 Comuni del Gal, per poi accompagnare gli operatori in una crescita continua, mettendo in rete le loro proposte e valorizzandole attraverso strumenti on line ed off line, insieme ai calendari eventi tematici del territorio dell’entroterra romagnolo, in risposta alle sempre maggiori richieste di turismo esperienziale”.

Nelle diverse tappe saranno illustrati esempi concreti delle experience e degli eventi che si sono dimostrati di maggior successo, oltre al format condiviso e omogeneo che il progetto vuole adottare, in coerenza con i diversi fil rouge promossi da Visit Romagna (nature, food, wine, culture, castle, beach, empire, motorcycle).

Gli incontri sul territorio partiranno lunedì 6 maggio, alle 15 nella Valle del Bidente (Galeata, Centro culturale di via Cenno Cenni 10) e alle 18,30 nella Valle del Savio (Mercato Saraceno, sala del Consiglio comunale, piazza Mazzini 50).

Giovedì 9 maggio alle 15 sarà la volta della Valle del Senio (Riolo Terme, sala multimediale della Rocca), mentre alle 18,30 toccherà alla Valle del Montone (Castrocaro Terme, sala del Consiglio comunale, via Marconi 81).

A seguire degli incontri il lavoro produrrà materiale e proposte turistiche integrate con la promozione già in atto sui canali istituzionali di Visit Romagna e Apt servizi, così da poter avere contenuti da proporre anche nelle fiere italiane ed estere. Una specifica attenzione sarà data ai prodotti tipici e alle filiere produttive, con spazio a tour dei media di settore nella Romagna più autentica.

“Si tratterà di un’occasione unica per le zone più interne – commenta il presidente del Gal Bruno Biserni – che, attraverso queste azioni, possono sviluppare forme di economia ad alto valore aggiunto. Basti pensare che il valore del progetto è di 400mila euro e si pensa già a darne continuità certi che, coinvolgendo i soggetti specializzati e mettendo in rete le competenze di ciascuno, queste azioni non faranno bene solo alla nostra Romagna ma, soprattutto, a chi la visiterà scoprendo luoghi ed emozioni inaspettate”.