foto di repertorio shutterstock

12 giugno ore 19.30

Il nuoto artistico è stato introdotto, per la prima volta, ai Giochi Olimpici nel 1984 e da allora ha guadagnato sempre più popolarità sia a livello amatoriale che competitivo. Gli atleti che praticano questa disciplina devono essere in grado di eseguire una serie di figure e routine coreografate con precisione e eleganza per impressionare i giudici e il pubblico.
E’ una disciplina che combina la grazia del balletto con la resistenza e la forza del nuoto; Una forma di danza acquatica che coinvolge movimenti sincronizzati, acrobazie e coreografie spettacolari eseguite in acqua.
Sport richiede un alto livello di coordinazione, resistenza fisica e flessibilità, oltre a una grande precisione nei movimenti e un senso innato del ritmo e dell’eleganza.

La coreografia in questo sport è di fondamentale importanza e deve essere progettata con cura per massimizzare l’effetto visivo e comunicare emozioni ed espressioni attraverso i movimenti dell’atleta. Le coreografie possono essere eseguite da soliste, duetti, quartetti o squadre, a seconda delle categorie di competizione.
Le figure eseguite nel nuoto artistico spaziano da posizioni statiche ed eleganti a movimenti dinamici e acrobazie spettacolari.
Le atlete eseguono questi movimenti con grazia e fluidità per creare uno spettacolo coinvolgente e emozionante per il pubblico.

Il prossimo 12 giugno, nella Piscina di Forlì, dalle ore 19,30 alle ore 21.00 avrete occasione di poter assistere ad un’esibizione di tutto questo grazie al saggio di Accadueo Forlì ssd, delle atlete e degli atleti, dai più giovani ai più esperti potrete apprezzare impegno, passione e tecnica di questo sport per tutti targato UISP Forlì Cesena.
Ingresso libero