Misano World Circuit (foto di repertorio)

La manifestazione, giunta alla sua decima edizione, si disputa per la prima volta in regione. Un appuntamento sportivo che coniuga agonismo, sostenibilità ambientale, ricerca ed evoluzione tecnologica

La rivoluzione della Formula E debutta in Emilia-Romagna.

Il campionato automobilistico per le monoposto elettriche si disputerà questo fine settimana per la prima volta a Misano Adriatico (Rn), nel cuore della Motor Valley italiana, sull’asfalto del Misano World Circuit, intitolato al grande campione Marco Simoncelli.

La manifestazione è una delle tappe della decima edizione dell’ABB FIA Formula E World Championship, che ha visto il proprio avvio il 13 gennaio a Città del Messico, è proseguita in Arabia Saudita, India, Brasile e Giappone, e sbarca ora in Emilia-Romagna. L’anno scorso la corsa si era, invece, disputata a Roma.

L’assegnazione di questa tappa all’Emilia-Romagna da parte della Federazione Internazionale dell’Automobile va ad arricchire ulteriormente il calendario sportivo della Regione, già impreziosito da manifestazioni motoristiche di livello internazionale, come il ritorno della Formula Uno a Imola, il Gran Premio di MotoGp della Riviera romagnola, la Superbike e la 6 Ore di Imola, secondo round del FIA World Endurance Championship (WEC).

La Formula E, a dieci anni dal suo esordio a Pechino nel 2014, è una competizione caratterizzata dall’utilizzo di autovetture completamente elettriche. La sua finalità è quella di promuovere, oltre a uno spettacolo sportivo di altissimo livello assieme alle migliori tecnologie nell’ambito dell’automobilismo, anche la mobilità sostenibile e rispettosa dell’ambiente, dimostrando l’affidabilità e la praticabilità dei mezzi di trasporto elettrici.