Foto di repertorio shutterstock

Dal 2019 al 2023 la produzione del rifiuto pro-capite passa da 328,1 kg a 123,0 kg

 tre anni dall’introduzione del sistema di raccolta dei rifiuti porta a porta misto, San Mauro Pascoli ha superato la quota di raccolta differenziata prevista dalla Regione Emilia Romagna (da raggiungere entro il 2027) nei comuni costieri e dei capoluoghi del 79%, raggiungendo l’obbiettivo anticipatamente, in quanto nel 2023 la quota di raccolta differenziata del nostro Comune è arrivata al 79,3%.

Un altro obiettivo raggiunto con 3 anni di anticipo sulla data finale della regione è stata la drastica riduzione della produzione di rifiuti indifferenziati pro-capite Kg/abitante/anno dal 2019 al 2023. Si passa infatti da una produzione di Rifiuti Solidi Urbani indifferenziati del 2019 da 328,1 kg pro capite a 123,0 kg pro capite nel 2023. Si tratta di una diminuzione, veramente eccezionale in 4 anni, del -62,511% di produzione di Rifiuti Solidi Urbani indifferenziati.

“Un risultato ottenuto grazie all’impegno dei cittadini che con diligenza hanno aderito al sistema di ritiro dei rifiuti porta a porta – commenta il sindaco Luciana Garbuglia – Un bel balzo in avanti nella raccolta differenziata nel nostro paese, se pensiamo che da anni eravamo fermi a quota 53%, mentre gli obiettivi della Regione ci chiedono di raggiungere quota 79%, risultato che abbiamo ampiamente superato”.

“E’ un sistema che responsabilizza ciascuno di noi – commenta infine l’Assessore all’ambiente Fausto Merciari – consente di migliorare la quantità/qualità della raccolta differenziata e di ottenere importanti benefici per l’ambiente, che è il nostro obiettivo primario. Nonostante l’iniziale raccolta firma contro il porta a porta i cittadini hanno superato questa diffidenza al cambiamento, ottenendo così eccezionali risultati.”