(Fonte: Ufficio stampa parco nazionale Foreste casentinesi, monte Falterona e Campigna)

La cerimonia si è svolta sabato a San Godenzo

“Il comune del Parco nazionale delle Foreste casentinesi è stato uno dei palcoscenici dell’innovativo e riuscitissimo progetto “Uffizi diffusi”, voluto da Eike Schmidt, direttore delle Gallerie degli Uffizi, che non a caso è stato insignito del premio “Dante ghibellino” nel 2021. Il centro visita dell’area protetta di Castagno d’Andrea ha ospitato la scorsa estate il ritratto di Dante del celebre pittore, che a questa località deve i suoi natali, Andrea del Castagno (Castagno, 1421 – Firenze, 1457) . Il “Dante ghibellino” rievoca il Convegno dei fuoriusciti guelfi e ghibellini nell’Abbazia di San Godenzo nel giugno 1302. La lotta intestina a Firenze aveva portato alla cacciata dei guelfi bianchi da Firenze, con la condanna a morte di Dante. Sostanzialmente l’incontro di San Godenzo avvenne per stipulare un accordo fra le nobili famiglie cacciate da Firenze nel tentativo di tornare in città”.

Sabato alle 21 è stato conferito il premio Dante Ghibellino 2022 a Luca Santini. Questo un’estratto delle motivazioni del Premio 2022: “La tutela dell’ambiente e delle persone che vi abitano sono le finalità principali del Parco nazionale, ma se al loro perseguimento si aggiungono anche la lungimiranza e lo spirito di collaborazione (…) i risultati non possono che essere eccezionali”.

“Il programma ha previsto la presentazione del documentario ‘Dante, l’esilio di un poeta’ da parte del regista Fabrizio Bancale, i convegni danteschi ‘Convertire gli affetti. Sulle orme di Dante nel Purgatorio’ e ‘Dante esule’ dei professori Giuseppe Marrani e Pietro Cataldi, dell’Università degli Stranieri di Siena, lo spettacolo ‘Dell’arte contagiosa’ a cura di Marina Mariotti e la presentazione del presenta il volume promosso dall’Amministrazione comunale ‘1302 L’inizio del tutto’ di Sandra Giachi, Nicoletta Agricoli e Lorenzo Pieri. La manifestazione continuerà nelle prossime settimane con altre iniziative di alto profilo musicale e di approfondimento storico-culturale.”