Foto di repertorio

Riportiamo l’annuncio del Sindaco Enzo Lattuca

La Malatestiana si fa ancora più grande. Sarà una biblioteca piena di storie raccontate con diversi media: dalla voce alla carta, dalla musica al film, dal cinema al fumetto e al videogioco. Mille metri in più di spazi e servizi per un’offerta che risponda alle esigenze della comunità e al suo continuo cambiamento.

A distanza di oltre quindici anni l’istituzione culturale più importante della città di Cesena si amplia ulteriormente e si prepara ad accogliere i cesenati per dieci giorni di festa e con un ricco programma di eventi che proseguirà fino a maggio.

Attraverso un videomessaggio indirizzato ai concittadini e pubblicato sulla pagina Facebook della Biblioteca, il Sindaco Enzo Lattuca ha annunciato che il grande giorno è ormai prossimo: la Malatestiana sarà inaugurata sabato 19 marzo.

“Finalmente ci siamo – annuncia il Sindaco – sabato 19 marzo apriremo le porte ai nuovi mille metri di Malatestiana. Non solo una biblioteca, troverete nuovi servizi culturali, nuove proposte e opportunità che vanno dalla letteratura e la saggistica al cinema, dal gaming al fumetto. Saranno dieci giorni dedicati a questa nuova apertura con grandi nomi e firme importanti che ci accompagneranno in questa riscoperta dello straordinario patrimonio della città”.

Con il videomessaggio del Sindaco Enzo Lattuca scatta dunque il countdown che condurrà tutta la città al giorno tanto atteso e che fa seguito all’apertura del 2013 quando, grazie all’intervento di recupero dell’edificio che dal 1861 fino al 2006 ha ospitato il Liceo classico “Vincenzo Monti”, la ‘nuova Malatestiana’ si presentò molto più ampia, passando dai precedenti 3800 metri quadrati (compresi i quasi 1000 della parte monumentale) a oltre 6000 metri quadrati di superficie utile. Il progetto è stato avviato a partire dal 2002 e ha richiesto più interventi. Il primo si è concentrato in particolare sul consolidamento strutturale dell’ala affacciata su via Montalti (circa mq. 315), con il recupero degli spazi al primo piano (tra cui la Sala del San Giorgio), e la sistemazione delle facciate su via Montalti. La seconda parte dei lavori invece ha interessato la ristrutturazione e la riorganizzazione di tutto il corpo centrale dell’edificio affacciato su Piazza Bufalini moltiplicando gli spazi dedicati ai servizi di pubblica lettura e per ragazzi.

Il terzo intervento riguarda l’ultima ala dei locali (suddivisi in due piani) che hanno ospitato lo storico liceo classico e che oggi accolgono nuovi servizi. Si tratta di un’opera per sua natura importante: non solo dal punto di vista strutturale ma anche sul fronte culturale e dell’innovazione. L’importo dell’intervento ammonta a 2.950.000 euro per gli interventi edilizi (1.200.000 dei quali finanziati dai contributi europei POR FESR) e 400.000 euro per arredi e attrezzature.  I nuovi spazi, 1.000 metri quadri recuperati (metà del Primo piano e il Piano terra), daranno una risposta efficace e funzionale alle nuove esigenze e contribuiranno a rafforzare la ‘Casa dei libri’, come Renato Serra definì la Biblioteca Malatestiana, quale punto di riferimento dei cesenati di tutte le età.

La programmazione integrale della grande festa che prenderà avvio il 19 marzo sarà comunicata gradualmente dall’Amministrazione comunale sui canali istituzionali dell’Ente.