Fonte: Comune di Cesena

L’apertura si inserisce nell’ambito delle iniziative programmate in occasione della Giornata internazionale dei diritti dell’infanzia

Sulla base di un modello sempre più promosso a livello europeo e nazionale, anche il Comune di Cesena ha deciso di avviare, con il sostegno dell’Unicef, il progetto “Baby Pit Stop” con lo scopo di garantire alle madri l’allattamento e la cura dei propri figli in luoghi pubblici, e nello specifico in alcuni locali del Palazzo comunale accessibili da Piazzetta dei cesenati del 1377.

Si tratta dunque di uno spazio allestito che sarà ospitato al fianco dell’Agenzia per la famiglia, dove le neomamme nel corso della settimana potranno trovare una comoda poltrona, fasciatoi, giochi, e tutto quello che serve per dedicarsi alla cura dei propri bambini. Da anni l’Unicef anni favorisce l’allestimento di questi luoghi appartati e accoglienti negli studi dei pediatri, nelle biblioteche, nei cinema e nei teatri, presso le sedi comunali e i luoghi pubblici, perché il latte materno è il miglior alimento possibile per un neonato. Sulla base di questa opportunità e per garantire un luogo dedicato alle neomamme, l’Amministrazione comunale oggi, venerdì 19 novembre, dà avvio all’esperienza di questa vera e propria area di sosta gratuita per allattare e cambiare il pannolino.

L’apertura del Baby Pit Stop si inserisce nell’ambito delle iniziative programmate in occasione della Giornata internazionale dei diritti dell’infanzia che si celebra il 20 novembre con lo scopo di ricordare che ogni bambino ha diritti, indipendentemente dal luogo in cui vive. A trentadue anni dalla firma della Convenzione Onu sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, il Comune di Cesena, l’Azienda Pubblica ai Servizi alla Persona del distretto Cesena-Valle del Savio e il Centro per le Famiglie, a partire da giovedì 18 novembre promuovono una serie di iniziative indirizzate a tutti i cittadini, agli operatori scolastici e ai professionisti che si occupano di tutela dell’infanzia. 

Nello specifico si ricorda che domanidalle ore 9 alle 12,30 all’Auditorium Nadiani, ci si soffermerà sulle storie di bambini e adolescenti in crescita tra diritti e ingiustizie. Saranno presenti Paola Bastianoni, Professoressa associata in Psicologia dinamica all’Università degli Studi di Ferrara e Claudia Piancastelli, Responsabile dell’Area famiglie e minori ASP Cesena Valle Savio. Nel pomeriggio, alle 17,30, a Palazzo Dolcini (Mercato Saraceno – Viale G. Matteotti 2) andrà in scena “Eppure studiamo felici. Scuola, lezioni, parole”, scritto, diretto e interpretato da Enrico Galiano. Un viaggio tra storie vissute in classe e vere e proprie lezioni per portare la scuola fuori da scuola. Tutto farcito da una dose di travolgente ironia che permetterà ai presenti di portare a casa tante emozioni, qualche risata e soprattutto l’idea che la scuola possa essere ancora un luogo di bellezza. Ingresso su prenotazione contattando il Centro per le famiglie allo 0547 333611 oppure scrivendo a [email protected].