Foto di repertorio shutterstock

L’Assessore Paola Casara:” Una nuova opportunità che ci permette di stare vicino ai nostri ragazzi e di aiutarli in un momento di grave difficoltà emotiva, reclusione e instabilità scolastica che non ha precedenti”

Gli impegni e i sacrifici determinati dall’emergenza da covid 19 rendono questo periodo estremamente complesso e difficile in particolare per bambini, ragazzi e famiglie a causa di tanti fattori straordinari: l’attività scolastica profondamente modificata; la condivisione costante degli stessi spazi con case che si trasformano in aule e uffici; la necessità di avvalersi di dispositivi di ogni tipo per restare in contatto con gli amici e con il mondo.

Il Centro per le Famiglie della Romagna Forlivese, al quale fanno capo oltre a Forlì anche i 14 Comuni del Comprensorio e che ha, come finalità principale, il sostegno alla genitorialità, ha quindi pensato ad una nuova opportunità, denominata “Salvadanai”, patrocinata anche dall’Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia Romagna, dedicata ai genitori con figli da 6 a 18 anni. Che cosa contengono questi speciali salvadanai? Sono due “contenitori di ore” per poter ricevere: un supporto di tipo psicologico, legato al particolare periodo che stiamo vivendo e che può procurare a noi e ai nostri cari ansia, stress, paura ma anche rabbia, isolamento, solitudine. Oppure un aiuto di tipo tecnico-informatico per genitori e studenti che si trovano alle prese con difficoltà legate alle richieste che la didattica a distanza o la didattica digitale integrata comportano.

“Il Centro per le Famiglie – sottolinea l’Assessore al welfare Rosaria Tassinari – rappresenta un punto fermo della nostra comunità nell’ambito del sostegno alla genitorialità. Questo progetto, nato sull’onda delle nuove esigenze e limitazioni dettate dal covid, fornisce un duplice canale di supporto e interlocuzione per genitori e ragazzi. Nei loro riguardi, questa Amministrazione riserva il massimo dell’attenzione. Il progetto Salvadanai è un grande opportunità di interazione e sostegno, che mette al centro il valore delle famiglie, la sicurezza e la crescita educativa degli studenti in un momento di profondo stress emotivo e isolamento.”

“Salvadanai è nuova opportunità – spiega l’Assessore alle politiche educative Paola Casara – che ci permette di stare vicino ai nostri ragazzi e di aiutarli in un momento di grave difficoltà emotiva, reclusione e instabilità scolastica che non ha precedenti. Il progetto Salvadanai, a cui abbiamo preso parte con sincero entusiasmo, si pone come obiettivo quello di fornire degli strumenti pratici ed efficienti per isolare le paure, le ansie e le insicurezze dei più giovani, identificarle e sconfiggerle. Sono loro le vittime silenziose del covid e nei loro confronti l’impegno di questa amministrazione è da sempre altissimo.”

Il servizio è gratuito e per accedere ai due “Salvadanai” è sufficiente contattare lo Sportello Informafamiglie del Centro per le Famiglie della Romagna Forlivese, telefonando al numero 0543.712667 di lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9 alle 13 e martedì e giovedì dalle 15 alle 18 o inviando una email a [email protected]. Da mercoledì 20 gennaio sarà possibile avvalersi di entrambe queste nuove opportunità.