La panchina rossa contro la violenza di genere

Anche la sede cesenate del Corso di Laurea in Infermieristica di Rimini ha la sua panchina rossa contro la violenza di genere

Grazie all’iniziativa partita da alcuni studenti è stata verniciata di colore rosso una panchina posta nel giardino interno della sede formativa di Viale Ghirotti, adiacente all’Ospedale Bufalini, per ricordare le donne vittime di violenza, in particolare la studentessa Giulia Cecchettin, 22enne di Vigonovo (Veneto) uccisa l’11 novembre 2024. Un gesto simbolico ma di forte contenuto, che oltre a lanciare un messaggio chiaro contro la violenza di genere e ogni forma di discriminazione, vuole anche contribuire a sensibilizzare gli altri studenti, quali futuri professionisti della salute, al rispetto delle donne e alla difesa delle persone più fragili.

Daniele, Luca e Francesco scrivono: “Come giovani uomini crediamo fermamente che la violenza contro le donne sia un’ingiustizia inaccettabile che dobbiamo combattere insieme. È nostro dovere garantire che ogni donna possa vivere senza paura di essere maltrattato o abusata. Dobbiamo educarci e sensibilizzare gli altri sull’importanza del rispetto e dell’uguaglianza. Il cambiamento inizia con noi: rifiutiamo ogni forma di violenza e sosteniamo le vittime, ascoltandole e offrendo loro il nostro supporto. Insieme possiamo creare un futuro più sicuro e giusto per tutte le donne”.

“Siamo fieri dei nostri studenti e confidiamo in loro per un futuro migliore”, il commento dei tutor didattici della sede formativa, Milena Spadola responsabile delle attività didattiche professionalizzanti e Stefano Bastianini, coordinatore del corso di studi.

Grazie anche a Davide, Giancarlo e Gianni