Fonte: Campus di Forlì

L’ambasciatrice è stata ricevuta anche dal Presidente del Campus di Forlì, professor Luca Mazzara, dal professor Francesco Privitera del Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali e dalla direttrice della Biblioteca Universitaria “Roberto Ruffilli”, dottoressa Angela Maria Politi

Lo sviluppo dell’insegnamento della lingua slovacca all’Università di Bologna e le attività legate al centenario della nascita dello statista slovacco ed esponente di punta della Primavera di Praga Alexander Dubček sono stati gli argomenti principali della visita dell’Ambasciatrice della Repubblica Slovacca in Italia Karla Wursterová nei giorni 10 e 11 giugno 2021 a Bologna e a Forlì.
Il programma dell’ambasciatrice è iniziato presso il Dipartimento di Interpretazione e Traduzione a Forlì, dove è stata ricevuta dalla vicedirettrice del Dipartimento professoressa Mariachiara Russo, insieme alla professoressa Svetlana Slavkova e al Lettore di Lingua e Cultura Slovacca professor Ivan Šuša. L’ambasciatrice ha espresso il suo interesse nel conoscere le numerose attività dell’unico lettorato di slovacco in Italia, sia a livello linguistico e di traduzione che a livello culturale.

L’ambasciatrice è stata ricevuta anche dal Presidente del Campus di Forlì, professor Luca Mazzara, dal professor Francesco Privitera del Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali e dalla direttrice della Biblioteca Universitaria “Roberto Ruffilli”, dottoressa Angela Maria Politi. All’interno della biblioteca è depositato il Fondo Luciano Antonetti, già corrispondente dell’Unità da Praga e poi amico e biografo di Dubček, che è costituito da circa 1500 libri e riviste, principalmente di storia della Cecoslovacchia.

La visita è proseguita con l’incontro con il Rettore dell’Università di Bologna, prof. Francesco Ubertini alla presenza del delegato per le relazioni internazionali con i paesi dell’Est Europa, professor Stefano Bianchini e con il professor Guido Gambetta che nell’anno 1988 organizzò il viaggio di Dubček in Italia per la consegna del titolo doctor honoris causa all’Università di Bologna.

L’ambasciatrice slovacca è stata infine ricevuta anche dalle autorità regionali e locali – la vicepresidente della Regione Emilia Romagna Elly Schlein, il vicesindaco di Bologna Valentina Orioli, il sindaco di Forlì Gianluca Zattini, il prefetto vicario Giovanna Longhi e il console onorario della Repubblica Slovacca a Forlì Alvaro Ravaglioli, il cui lavoro costituisce un importante e instancabile legame tra la Slovacchia e l’Italia fin dagli anni Ottanta. Importante e indimenticabile è stato – secondo Wursterová – l’incontro con l’ex presidente della Commissione Europea ed ex premier italiano Romano Prodi, che ha accettato l’invito dell’ambasciatrice a partecipare al centenario della nascita di Alexander Dubček a Bologna.