L’annuncio del Presidente Bonaccini. Tornano bar, ristoranti, sport (non tutto), cinema, teatri e didattica in presenza. Resta il coprifuoco

Il Presidente della Regione, Stefano Bonaccini, ha annunciato il rientro dell’Emilia-Romagna in zona gialla da lunedì 26 aprile.

Mentre resta invariato il coprifuoco alle 22, bar e ristoranti riaprono a pranzo e a cena, ma solo all’aperto, per mangiare al chiuso bisognerà aspettare il 1 giugno, ma solo fino alle 18.

Si potrà andare in quattro (non più in due) a trovare amici e parenti esarà possibile spostarsi liberamente fra regioni gialle, mentre per dirigersi in quelle arancioni o rosse serve ancora l’autocertificazione.

Nasce il pass verde per spostarsi per turismo: esso certifica di aver effettuato la vaccinazione, di essere guariti dal Covid o di aver effettuato un tampone negativo nelle 48 ore precedenti.

La scuola torna alla didattica in presenza dal 70% al 100%.

Per quanto riguarda lo sport, da lunedì 26 aprile torna ad essere consentito lo svolgimento all’aperto di qualsiasi attività sportiva anche di squadra e di contatto. Le piscine all’aperto tornano dal 15 maggio, per le palestre bisogna aspettare il 1 giugno.

Riaprono cinema e teatri con capienza al 50%.

centri commerciali dal 15 maggio potranno riaprire anche nei weekend, fiere e congressi rivedranno il via invece un mese dopo, dal 15 giugno.

Parchi divertimento e centri termali dovranno aspettare il 1 luglio per riaprire i battenti.