“Si occupa in modo mirato di tutti coloro che sono affetti da tosse acuta e cronica” 

La tosse non è una patologia ma il sintomo rivelatore di oltre 100 malattie. Sebbene rappresenti il sintomo più comune nelle affezioni delle alte e basse vie respiratorie la sua origine può essere legata anche a patologie extrapolmonari (come ad esempio il reflusso gastroesofageo). Per chi soffre di tosse, quando il primo consulto con il proprio medico di base non porta ad una risoluzione della problematica, è necessaria una valutazione più approfondita. Presso Primus Forlì Medical Center, Poliambulatorio di GVM Care & Research, è attivo un “Centro della tosse” con percorsi ambulatoriali e diagnostici volti ad elaborare una diagnosi corretta e pianificare il trattamento più indicato.

“L’identificazione della causa di una tosse persistente richiede spesso un lungo e complesso percorso specialistico, tuttavia in oltre il 30% dei pazienti non si giunge mai a scoprirne l’origine – commenta il dottor Alessandro Zanasi, presidente dell’Associazione Italiana Studio Tosse e responsabile del nuovo Centro specialistico per la diagnosi e la terapia della tosse al Primus Forlì Medical Center -. Si tratta di persone che hanno già eseguito svariate indagini, passando da uno specialista all’altro e che spesso presentano molteplici fattori responsabili della tosse”.

Il Centro della Tosse del Primus Forlì Medical Center si occupa in modo mirato di tutti coloro che sono affetti da tosse acuta e cronica e vede una collaborazione multispecialistica fra cui pneumologi, allergologi, otorinolaringoiatri e gastroenterologi, per una gestione integrata del paziente e della sua problematica. Il dottor Zanasi stabilisce poi un percorso diagnostico-terapeutico personalizzato, in grado di condurre in tempi rapidi a una corretta diagnosi eziologica e conseguentemente ad un trattamento mirato ed efficace.

Quando occorre rivolgersi ad un centro specializzato? “La tosse – spiega il dottor Zanasi – non va mai sottovalutata soprattutto quando persiste nel tempo, si associa a fatica a respirare, febbre elevata o espettorato striato di sangue. Attenzione anche se si è esposti a fattori di rischio ambientali o lavorativi, e se il disturbo interferisce con la qualità del sonno o la normale qualità di vita”.