Il presidente della Regione Stefano Bonaccini (foto di repertorio)

L’eventuale cambio di colore arriverà, come di consueto, a ridosso del weekend, ma da più parti arriva l’allarme per il dilagare delle varianti

La variante inglese del Covid-19 dilaga in tutta Italia, ma soprattutto in Emilia-Romagna, dove il Presidente della Regione, Stefano Bonaccini, esprime grande preoccupazione per quello che “pare quasi essere un nuovo virus per diffusione e categorie d’età”.

Come riportato dall’agenzia Ansa, Bonaccini indica come insufficienti le misure della zona arancione: “Il contagio è partito molto più veloce di prima a causa delle varianti. Se questa crescita, avvenuta in 10-15 giorni, non trova un’accelerazione nella risposta rischiamo di essere travolti. Noi come altre parti d’Italia”.

E infatti da diverse zone d’Italia si alzano voci preoccupate. La Repubblica riporta le parole di Guido Bertolaso, consulente del presidente di Regione Lombardia per il Piano Vaccinale, secondo cui “tutta Italia, tranne la Sardegna, si stia avvicinando a passi lunghi verso la zona rossa”.

Intervistato a SkyTg24, il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, ha sottolinea come “nonostante non si siano ancora accese e spie dell’allarme, abbiamo però una situazione che ci dice che, quotidianamente, le cose stanno peggiorando. C’è un contagio che sta risalendo, numeri che stanno aumentando”.

A ridosso del weekend, solitamente venerdì, vengono annunciati gli eventuali cambi di colore delle regioni e tutta Italia, ma soprattutto l’Emilia-Romagna, sembra quindi a forte rischio zona rossa.