Omaggio a De Andrè

L’Estate al polo culturale Fondazione Tito Balestra di Longiano ha un nuovo fil rouge: l’omaggio ai personaggi famosi che hanno orbitato e fatto grande Longiano

Grazie alla proficua collaborazione con la Falegnameria Cocktail Bar e dopo lo straordinario successo della serata dedicata a Lucio Dalla, giovedì 20 giugno alle ore 21.30 sul palco della meravigliosa Piazza Malatestiana lo spettacolo teatrale musicale “La famosa Volpe Azzurra” di e con Liana Mussoni. Uno affascinante viaggio nel mondo di De André (che a Longiano fece le prove del suo album Anime Salve), per conoscere più a fondo il suo mondo interiore e creativo, seguendo le tracce e i colori di uno dei grandi maestri che lo hanno ispirato e nello stesso tempo aiutato a venire allo scoperto: Leonard Cohen. Lo spunto di questa avventura musicale dedicata a Faber nasce da una canzone di Cohen Famous Blue Raincoat (in inglese: Il famoso impermeabile blu) che racconta la storia di un triangolo amoroso. Il brano è stato tradotto, con alcune licenze, in italiano da Fabrizio De André e Sergio Bardotti col titolo La famosa volpe azzurra ribaltando la vicenda al femminile, originariamente pensato per Dori Ghezzi, è stato poi inciso da Ornella Vanoni

Liana Mussoni insieme a un ensemble di eclettici musicisti, Emiliano Ceredi (chitarre e voce), Fabrizio Flisi (pianoforte), Tiziano Paganelli (fisarmonica e flauti), Gioele Sindona (violino e percussioni) Gianluca Fabbri luci e suoni, Massimo Macio Ricci voce fuoricampo e Gilberto Manzi ai contributi video, trasporterà gli spettatori nel mondo interiore e creativo di Faber in relazione al grande Cohen.

L’interesse di Faber si concentra soprattutto sui ritratti femminili del cantautore canadese e così il viaggio segue il filo rosa dei volti, dei sogni e del dolore di tante donne tratteggiate nelle poesie cantate da De André sui passi e negli occhi di Cohen, con l’intento di muoversi “da cuore a cuore” camminando in equilibrio fra queste due grandi “anime solitarie”.

«Siamo molto soddisfatti di questa collaborazione», dichiarano il direttore della Fondazione Flaminio Balestra e il titolare della Falegnameria cocktail Bar Alessandro Bagnolini «per serate a tutto tondo dove il pubblico prima del concerto potrà visitare l’esposizione permanente del museo, tra i più importanti dell’Emilia Romagna dedicato al ’900 e degustare eccellenze enogastronomiche in una delle piazze più belle di Romagna. Una formula che piace sia al pubblico che a noi perché qualifica il nostro lavoro». 

L’ingresso è a offerta libera fino ad esaurimento posti. Consigliata la prenotazione al tel. 0547 665420 / 665850 o via e-mail a info@fondazionetitobalestra.org