Musicoterapia San Luigi

Indetto dal Rotary Club Forlì avverrà all’interno della conviviale, riservata ai soci, dal titolo “Diverso da chi?” al Circolo Aurora a Palazzo Albicini dedicata ai giovani

Prima edizione del Premio Letterario Daniela Bergossi rivolto agli studenti per ricordare l’insegnante forlivese prematuramente deceduta nel 2020 per una malattia. Martedì 28 maggio alle 20 presso il Circolo Aurora, a Palazzo Albicini, si svolgerà la consegna del Premio agli studenti del Liceo Scientifico risultati vincitori.

Il riconoscimento verrà dato all’interno della serata conviviale, riservata ai soci, dal titolo “Diverso da chi?”, ed è stato istituito quest’anno dal Rotary Club Forlì, presieduto da Paola Battaglia, in memoria della prof.ssa Bergossi, insegnante di lettere e latino al Liceo Scientifico Paulucci di Calboli. La docente, moglie del dott. Claudio Cancellieri, socio e past president del Rotary Club Forlì, già direttore dell’UO malattie infettive dell’Ausl di Forlì, era attivamente impegnata in varie attività didattiche e sociali. La Bergossi aveva guidato anche il Gruppo Consorti del Rotary nell’annata 2018-2019 proponendo, fra le varie azioni, anche alcune iniziative di beneficenza a sostegno dell’Associazione Mensa dei poveri San Francesco, e a favore delle popolazioni Saharawi in Africa nei vari progetti seguiti dai medici e soci Cancellieri e Salvatore Ricca Rosellini. «È con grande gioia ed orgoglio – afferma la presidente Battaglia annunciando il Premio Letterario – che presentiamo questa iniziativa speciale e interamente dedicata ai giovani e al loro straordinario talento. Rappresenta un momento significativo per il nostro Rotary Club poiché celebriamo l’impegno, la creatività e l’innovazione delle nuove generazioni con la consegna di un Premio letterario per gli studenti del Liceo Scientifico di Forlì, dedicato ad una grande insegnante e ad una cara amica di tutti noi». Alla cerimonia di consegna della prima edizione del Premio Letterario, saranno presenti anche professori e responsabili del Liceo Scientifico, i giovani del Rotaract, i partecipanti al Ryla e agli altri progetti che il Rotary organizza per le giovani generazioni. «Abbiamo sempre riconosciuto l’importanza di investire nei giovani – aggiunge la Battaglia – poiché essi sono i custodi del futuro e gli artefici del cambiamento. Quest’anno abbiamo voluto intensificare il nostro impegno offrendo loro ulteriori opportunità di crescita e sviluppo. I premi e le borse di studio che assegneremo durante la serata sono un segno tangibile della nostra fiducia nel loro potenziale, e del nostro desiderio di sostenere i loro sogni e ambizioni, la loro creatività e fantasia». Nei giorni scorsi, inoltre, si è svolto “Rotarauto”, raduno di beneficenza di auto storiche a favore delle comunità colpite dall’alluvione organizzato dal Rotary Club Forlì e da Avis Motorsport. L’evento è stato un richiamo per gli appassionati di auto storiche e non solo che, partendo da Forlì, sono giunti fino alle Valli di Comacchio, a Ferrara, facendo tappa anche in varie località della provincia di Ravenna e del Delta del Po. Sabato scorso, inoltre, nella Sala San Luigi si è svolto il convegno “La musicoterapia nei luoghi di cura: l’arte al servizio dei più fragili”, organizzato dal Rotary Club Forlì e dal Distretto rotariano 2072 con il patrocinio dell’Ausl Romagna e del Conservatorio di Musica Maderna Lettimi, con interventi di medici, esperti, musicisti, musicoterapeuti, docenti, coordinatori delle realtà pubbliche e private coinvolte nel progetto che è stato riconosciuto come District Grant. 

Forlì 27/5/2024