Foto di repertorio shutterstock

Dal 17 al 19 maggio a Forlì, migliaia di giovani dai 16 ai 30 anni parteciperanno ad oltre 200 attività gratuite, tra cui: workshop, laboratori, attività artistiche, dibattiti, incontri e tornei sportivi. Inoltre, saranno presenti 150 organizzazioni giovanili provenienti da tutta Europa

Venerdì 17 maggio alle ore 17.30, migliaia di giovani italiani ed europei si danno appuntamento in Piazza Saffi a Forlì per dare ufficialmente avvio ad EYE Forlì, l’European Youth Event che arriva in Italia per la prima volta.

L’European Youth Event è il più grande evento rivolto ai giovani organizzato ogni due anni a Strasburgo dal Parlamento europeo. In occasione delle prossime elezioni europee (8 e 9 giugno 2024), il Parlamento europeo ha finanziato la realizzazione di quattro edizioni nazionali di EYE: nelle capitali europee Berlino (Germania) e Vilnius (Lituania), a Brežice (Slovenia) e a Forlì.

Venerdì 17 maggio – Cerimonia di apertura in Piazza Saffi, ore 17.30

A distanza di un anno, EYE Forlì ricorderà il primo anniversario dell’alluvione che causò l’esondazione di 21 fiumi e l’allagamento di 37 comuni, tra cui Forlì, celebrando la rinascita delle aree colpite.

Alla cerimonia di apertura parteciperanno i rappresentanti di Regione Emilia-Romagna e dei comuni colpiti dall’alluvione.

Gli sbandieratori del premiato Niballo Palio di Faenza daranno avvio alla cerimonia, con il loro spettacolo che ha conquistato fama internazionale, partecipando ad importanti eventi internazionali come la scorsa edizione dei Mondiali di Calcio.

La rievocazione dell’alluvione sarà affidata ai giovani artisti del gruppo B-PED, che proporranno uno spettacolo di danza sul riarrangiamento di Anidride Solforosa di Lucio Dalla.

La performance celebrerà la rinascita della Romagna e il motto dell’Unione europea “Unita nella diversità”, per ricordare l’impegno di donne e uomini di ogni età e provenienza che hanno liberato dal fango i comuni della Romagna.

Dopo l’intervento dei rappresentanti dell’Università di Bologna e delle istituzioni europee, la conclusione sarà affidata all’Orchestra Santa Balera, già rinomata per aver portato il liscio romagnolo sul palco dell’Ariston durante l’ultima edizione del Festival di Sanremo.

Alcuni ospiti durante l’evento (18-19 maggio)

  • Luca Parmitano, Astronauta;
  • Andrea Lorenzon, content creator e autore di “Cartoni Morti”;
  • Vinicio Marchioni, Attore (tra i suoi lavori, “C’è ancora domani” di Paola Cortellesi);
  • Federico Benuzzi, divulgatore;
  • Alex Bellini, esploratore;
  • I giornalisti de Il Post: Luca Misculin, Eugenio Cau, Alessandra Pellegrini De Luca, Laura Loguercio.

Maggiori informazioni: