Foto di repertorio shutterstock

Nella giornata dedicata ai diritti delle lavoratrici e dei lavoratori, e alle lotte fatte per conquistarli, anche le candidate e i candidati di Alleanza Verdi e Sinistra saranno in Piazza per ricordare quello che ancora non c’è

La politica è nella vita di tutti, anche di chi non partecipa, e se oggi ancora muoiono troppe persone sul posto di lavoro, per mancanza di sicurezza e salute, non dobbiamo scordarci che si può e si deve fare di più.

Con la formazione pubblica di alto livello dal nido all’università, possiamo migliorare la qualità dei posti di lavoro e difendere quelli minacciati dall’automazione, con l’attenzione continua all’aggiornamento del personale e lo sviluppo si può accrescere il benessere delle persone.

Non deve essere un tabù il pensiero alla riduzione dell’orario di lavoro a parità di stipendio: in un mondo che va avanti, occorre ripensare anche all’equilibrio vita lavoro, e le innovazioni portate dal progresso dovranno essere un beneficio per tutti, non per pochi proprietari di macchinari e software. Anche Bill Gates ha sostenuto la necessità di tassare i robot che rubano posti di lavoro, alleggerendo i costi sul personale delle imprese.

La transizione ecologica crea nuovi posti di lavoro green, andando ad aggredire i costi delle fonti di energia fossile di importazione, che sono tra l’altro fonte di nuove guerre per l’accaparramento delle ultime risorse disponibili in tutto il Mondo.

Anche il Comune può fare la sua parte su questi argomenti, imponendo un salario minimo da far rispettare contrattualmente alle aziende che desiderano partecipare ai bandi pubblici, a tutela anche della sicurezza dei lavoratori, minacciati dal criterio del massimo ribasso che penalizzano solo la qualità degli interventi e la vita di chi realizza le opere pubbliche.

Può fare molto per azzerare la differenza di retribuzioni tra donne e uomini, anche garantendo servizi di qualità e a costo ridotto alle famiglie, dal nido al post scuola: troppo spesso le madri sono costrette a sacrificare la propria carriera perché non hanno il supporto necessario durante gli orari di lavoro. Per lo stesso motivo occorre incentivare anche normativamente la condivisione del ruolo di cura della famiglia, per un diritto alla paternità che si affianchi al ruolo da tutelare della maternità.

Tutto è connesso, le lotte ecologiste sono legate a stretto filo con il benessere delle lavoratrici e dei lavoratori, così come a quelle fondamentali per la pace, in Ucraina come in Palestina e nel Medio Oriente. Non possiamo che essere contrari a tutte le guerre e chiedere l’immediato cessate il fuoco a Gaza, insistere per facilitare l’ingresso degli aiuti umanitari, dire no alle violenze e sostenere il diritto al popolo palestinese all’autodeterminazione. Se vogliamo ridurre i conflitti dobbiamo anche fermare l’esportazione e la vendita di armi, delle quali l’Italia è purtroppo tra i primi produttori al Mondo.

Le candidate e i candidati di Alleanza Verdi e Sinistra saranno in Piazza a spiegare l’importanza delle elezioni comunali ed europee del 8-9 Giugno per il Comune di Forlì e per il rinnovo del Parlamento Europeo, nelle quali farà la differenza eleggere persone competenti , che hanno a cuore questi temi.