in foto Sante Pedrelli

Domenica 28 aprile si apriranno al Castello Malatestiano di Longiano le celebrazioni per il centenario della nascita di Sante Pedrelli, poeta, sindaco e sindacalista romagnolo

La cerimonia inizia alle ore 10.30 nella Corte Carlo Malatesta (castello malatestiano) alla presenza del Sindaco di Longiano Mauro Graziano che dopo i saluti istituzionali scoprirà una formella dedicata al poeta. La mattinata prosegue poi alle ore 11:00, nella Sala dell’Arengo del castello, con il saluto del direttore della Fondazione Flaminio Balestra che ha voluto fortemente questo evento, i saluti si concludono con gli interventi del nipote di Sante Pedrelli, Davide Pedrelli e di Guido Pedrelli, già presidente della Fondazione e familiare del poeta.

A chiusura dell’evento la proiezione dell’intervista di Benedetto Benedetti a Sante Pedrelli, realizzata nel 1993 per il film Tito Balestra Poeta.

A Longiano , dunque, due anniversari ravvicinati 2023 e 2024  dedicati al Centenario della nascita di due importanti cittadini longianesi: Tito Balestra e Sante Pedrelli, che non solo sono stati protagonisti della ricostruzione del paese dopo il secondo conflitto mondiale, ma che con il loro impegno e con la loro opera hanno lasciato una traccia indelebile nella storia della Cultura del Novecento per questo motivo, verso la conclusione delle celebrazioni per Tito Balestra, la fondazione si è fatta promotrice di un omaggio al di lui carissimo amico e compagno di tantissime esperienze.

Sante Pedrelli ha avuto un ruolo determinante per la Città, come Sindaco dal 1951 al 1958, nei momenti più delicati per la rinascita della comunità e successivamente, con il suo impegno politico e sindacale, per l’intera nazione, senza dimenticare il suo “lavoro” di poeta dialettale che lo colloca tra i maggiori della Romagna.

Per questi motivi l’Amministrazione Comunale ha accolto la proposta di sostenere e condividere la celebrazione di questa ricorrenza ora con una apertura ufficiale del Centenario e poi con la realizzazione, in collaborazione con la Fondazione e con gli eredi Pedrelli, di un convegno di studi che possa riscoprire e valorizzare il lavoro e la qualità unica di questo illustre personaggio.

Queste le parole del direttore Flaminio Balestra: “La Fondazione Tito Balestra Onlus oltre a essere un importante museo d’arte del Novecento e contemporanea della Regione svolge da anni un compito di ricerca e promozione della cultura e della memoria quale contributo all’intera collettività. Un ruolo importante, che va difeso e sostenuto sia per gli stimoli culturali che propone durante tutto l’anno sia per creare maggior sensibilità nei confronti dell’arte, della storia e della letteratura quali strumenti indispensabili per poter meglio affrontare un futuro a volte incerto”