Il sindaco Valbonesi alla Milleluci

Cortei, deposizione di corone e inaugurazione della Milleluci

Tanti eventi in programma a Santa Sofia per celebrare l’anniversario della Liberazione, con una serie di iniziative commemorative e con momenti ricreativi. 

Il 25 aprile ci si ritroverà alle 10.30 in piazza E. Corzani, recentemente restituita alla comunità dopo l’intervento di riqualificazione. Lì gli amministratori e i rappresentanti dell’ANPI saluteranno i presenti prima di partire per un corteo verso i principali monumenti. Accompagnati dalle marce del Corpo Bandistico “C. Roveroni”, si deporranno corone al Monumento ai Caduti di via Nefetti e al Sacrario dei Partigiani presso il cimitero, insieme ad Alpini Alto Bidente e Coop. Reduci Combattenti.

Al termine del momento istituzionale, ci si sposterà alla Milleluci, dove alle 13.00 verrà servito il “Pranzo della Liberazione” organizzato da ANPI Santa Sofia con Mani in Pasta e Pro Loco Santa Sofia e che ha registrato il tutto esaurito. Il ricavato verrà devoluto ad ANPI Santa Sofia. 

La giornata proseguirà alla Milleluci, storica sala alla quale sono legati non solo i santasofiesi, ma anche i tanti avventori provenienti dalla vallata del Bidente e dalle zone limitrofe che, cinquanta o sessanta anni fa, la frequentavano in occasione delle serate danzanti, delle feste e dei concerti.

“La Milleluci non è solo un luogo, ma è una storia – commenta il sindaco Daniele Valbonesi. È una storia di riscatto, di emancipazione, di impegno. Un simbolo che abbiamo fortemente voluto rimettere nella disponibilità dei cittadini. L’accostamento tra la festa di Liberazione e la presentazione dei lavori appena conclusi non è casuale; senza la spinta democratica, senza l’entusiasmo dato dall’uscita della dittatura, la Milleluci non sarebbe nata e non sarebbe diventata, soprattutto negli anni ’60 e ’70, un luogo di riferimento a livello provinciale. Concludere il mandato con questa riapertura è motivo di grande soddisfazione e porta a compimento un impegno preso.”

Alle ore 15.00 è prevista l’inaugurazione di fine lavori con gli interventi dei progettisti e della Coop. di consumo, a seguire musica dal vivo, prima con i Milleluciband (musica anni ‘60) e alle 17.00 con il concerto dei Soundiders, band che unisce artisti romagnoli e propone musiche che spaziano dal folk al rock, fino al cantautorale e alla world music, in un omaggio alle composizioni dei Mazapegul e di Daniele “Dido” Di Domenico.

Nel frattempo, si potrà gustare un aperitivo con i tortelli alla lastra preparati da Auser Santa Sofia e con un corner bar a cura dei volontari delle associazioni santasofiesi.

“Il fulcro degli eventi del 25 aprile è a Santa Sofia – conclude Valbonesi – ma voglio ricordare che in tutti i cippi del territorio saranno deposte corone grazie al contributo di ANPI, Gruppo Escursionistico La Lama, Tour del Bosc e Alpini Alto Bidente. Mercoledì 24 aprile ci recheremo al Monte Tiravento, fino al cippo dedicato al Partigiano “Stoppa” e, nello stesso giorno, un gruppo di studenti di Santa Sofia e di Alfonsine visiterà i luoghi della Battaglia di Biserno, deponendo una corona ai caduti. È importante agire concretamente per tramandare la memoria e ringraziare chi ha dato la propria vita per la libertà.”