(foto Shuttertock)

Venerdì 5 aprile alle ore 20:30 presso la Chiesa del Suffragio

La rassegna “Organi Callido a Forlì”, promossa da Forlì Antiqua, proseguirà venerdì 5 aprile, presso la Chiesa del Suffragio, con il concerto dell’organista Luca Scandali.

L’evento, in collaborazione con la Libera Università per adulti di Forlì, si aprirà alle ore 20:30 con un intervento del musicologo Elia Pivetta. La breve lezione di Pivetta, dal titolo “Costruttore di mondi sonori: il professor d’organi Gaetano Callido”, introdurrà alle caratteristiche dell’organaria veneta ed al programma del concerto, che avrà inizio alle ore 21.

Per il suo concerto sullo splendido organo Callido 1783 del Suffragio, Luca Scandali presenterà un programma incentrato sugli “Influssi italiani in Europa”. Oltre all’Aria variata alla maniera italiana BWV 989 e la Fuga BWV 946 su un tema di Albinoni di Johann Sebastian Bach, Scandali proporrà concerti di Antonio Vivaldi e Giuseppe Tartini in trascrizioni per tastiera da fonti olandesi (Leonard Frischmuth) ed inglesi (Anne Dawson’s Book).

L’ingresso è ad offerta libera ed il ricavato sarà devoluto alla chiesa del Suffragio a favore della manutenzione dell’organo.

Luca Scandali, nato ad Ancona, è titolare della cattedra di Organo e Composizione organistica presso il Conservatorio “G. Rossini” di Pesaro.

Si è diplomato in Organo e Composizione organistica con il massimo dei voti sotto la guida del Maestro Patrizia Tarducci e in Clavicembalo, sempre con il massimo dei voti, presso il Conservatorio di Musica “G. Rossini” di Pesaro dove, successivamente, ha ottenuto il diploma di Composizione sotto la guida del Maestro Mauro Ferrante.

Di grande importanza per la sua formazione artistica sono state le lezioni con i Maestri Ton Koopman, Andrea Marcon, Luigi Ferdinando Tagliavini e Liuwe Tamminga. Nel 1992 si è aggiudicato il III premio al 1° Concorso Internazionale d’Organo “Città di Milano”, e nel 1994 il IV premio all’11° Concorso Internazionale d’Organo di Brugge (Belgio). Nel 1998 si è aggiudicato il I premio al prestigioso 12° Concorso Internazionale d’Organo “Paul Hofhaimer” di Innsbruck (Austria).Ha tenuto masterclass e corsi di perfezionamento in sedi prestigiose e si è esibito in numerosi ed importanti festival in più di venti paesi soprattutto come solista, ma anche in varie formazioni cameristiche ed orchestrali. Ha curato, per Il Levante Libreria Editrice, la pubblicazione delle Canzoni de intavolatura d’organo fatte alla francese (1599) di Vincenzo Pellegrini (1562 ca.-1630). Ha scritto articoli a carattere musicologico pubblicati su varie riviste. Ha registrato più di trenta cd; le pubblicazioni discografiche sono state recensite e segnalate da importanti riviste e ha ottenuto varie nomination per il Preis der deutschen Schallplattenkritik.