Venerdì 5 aprile, alle ore 17,00, a Palazzo Milzetti

Venerdì 5 aprile, alle ore 17,00, a Palazzo Milzetti verrà presentato da Andrea Bacchi il volume Felice Giani (1758-1823) Pittore e decoratore nell’età neoclassica, curato dalla direttrice di Palazzo Milzetti Elena Rossoni e dalla docente di Storia dell’arte dell’Università degli Studi di Bologna, Irene Graziani.

Il volume, edito da Dario Cimorelli per la Direzione Regionale Musei Emilia-Romagna, raccoglie le relazioni delle due Giornate di Studio che si sono svolte lo scorso anno (22 settembre e 12 ottobre 2023) a Palazzo Milzetti in occasione del secondo centenario della morte di Felice Giani e dei cinquant’anni dall’acquisto del palazzo da parte dello Stato.

L’iniziativa è stata organizzata dalla Direzione Regionale Musei Emilia-Romagna in collaborazione con l’Università degli Studi di Bologna, Dipartimento delle Arti, e corrisponde alla volontà del museo di portare avanti la felice stagione di studi che, a partire dagli anni Cinquanta del Novecento, ha messo l’accento sulla figura del pittore, ormai riconosciuto come uno dei principali protagonisti della sua epoca.

I contributi riguardano la fase formativa di Felice Giani, le relazioni con la situazione politico-culturale dell’epoca, nuove notizie e letture in merito alla sua attività a Ferrara e a Montmorency, il suo ruolo come inventore di arredi neoclassici, il rapporto con i contenuti iconografici. Altri interventi riguardano le relazioni dell’artista con la scena romana, confronti con artisti quali Antonio Basoli, Jacopo Alessandro Calvi, Jacopo Zucchi, Giuseppe Maria Soli. Attenzione particolare viene data anche alla scultura, indagata in relazione a Giacomo de Maria, e più in generale, alla scultura in Emilia e in Romagna nella sua epoca. Altre importanti saggi approfondiscono l’eredità di Giani nell’Ottocento faentino e la produzione locale di ceramica neoclassica, con particolare attenzione alla produzione di terraglie della fabbrica Ferniani. Tra gli altri, contributi fondamentali sono anche la presentazione dell’importantissimo fondo di fotografie di Felice Giani raccolto dalla studiosa Anna Ottani Cavina e da lei donato alla Fototeca Zeri dell’Università degli Studi di Bologna e gli approfondimenti relativi all’acquisizione da parte dello Stato del palazzo e alla sua conseguente musealizzazione, mettendo in relazione l’eredità del passato con i progetti per il futuro.

Autori dei saggi sono (in ordine secondo l’indice del volume): Elena Rossoni, Roberto Balzani, Antonio Pinelli, Donatella Biagi Maino, Franco Bertoni, Caterina Franchi, Alessandro Iannucci, Fabio Benedettucci, Barbara Ghelfi, Enrico Colle, Giulia Alberti, Antonella Mampieri, Francesca Lui, Irene Graziani, Sonia Cavicchioli, Marcella Vitali, Gian Marco Russo, Davide Lipari, Valentina Mazzotti.

L’introduzione è a cura di Giorgio Cozzolino, già Direttore regionale musei Emilia-Romagna con il quale il progetto è stato realizzato.

Diciotto saggi, pertanto, dei più importanti studiosi specializzati negli argomenti trattati, che rimettono al centro la figura di Felice Giani, la città di Faenza e il ruolo di Palazzo Milzetti, il vero gioiello dell’attività di questo artista che ha ricevuto giustamente in occasione del centenario una grande attenzione in diverse parti d’Italia con numerose e importanti iniziative.

L’incontro del 5 aprile, fa parte della rassegna primaverile di “Mirabili relazioni”, una serie di conferenze ed incontri volta ad approfondire tematiche e iniziative che ruotano intorno all’epoca, ai personaggi, agli stili e alla cultura di Palazzo Milzetti.