Un villaggio dimostrativo in Piazza Bufalini, un convegno a Palazzo del Ridotto e laboratori per studenti e cittadini

Competenze digitali, citizen science, intelligenza artificiale, facilitazione digitale e molto altro. Il festival della Regione Emilia-Romagna dedicato alla cultura digitale fa tappa a Cesena: sabato 6 e domenica 7 aprile, sarà infatti distribuito in più luoghi simbolo della città: Biblioteca Malatestiana, Casa Bufalini, Palazzo del Ridotto e piazza Bufalini. Si tratta di un’ottima opportunità per rafforzare i temi del digitale in ottica “circolare”. Cesena e le città limitrofe sono ricche di realtà interessante molto attive in ambito digitale a partire dal Campus universitario, dalle associazioni, quali il Distretto Informatico Romagnolo, Ser.In.Ar, ma anche dalle tante progettualità di associazioni e aziende che, collaborando con le scuole e con l’Università, contribuiscono a sviluppare la cultura digitale tra i giovani. Questo patrimonio ricco di esperienze qualificate e attivamente proattive, trarrebbe un’ulteriore spinta se, tra loro, nascesse sinergia, collaborazione e condivisione attiva di progetti comuni.

“L’intento della nostra Unione nell’organizzare questo evento – commenta il Sindaco di Cesena e Presidente dell’Unione dei Comuni Valle Savio Enzo Lattuca – è di aprire a tutto il territorio questa visione e porre le basi per il rafforzamento di una rete di realtà digitali. Il tema scelto è quello delle competenze digitali, fortemente legato ad un importante progetto PNRR in cui la Regione è capofila. Si tratta di un ambito interessante, e con ogni probabilità del primo progetto pilota dove queste sinergie potrebbero fondersi e dare il massimo della loro efficacia. Il convegno della mattinata, costituirà il cuore dell’evento ma sarà accompagnato da tante iniziative parallele che si svolgeranno nel corso della giornata e anche la domenica successiva. Tutti gli eventi saranno legati tra loro dalla sinergia tra i termini competenze, formazione e digitale. Un legame quindi a doppia direzione che da un lato analizza come il digitale possa essere al servizio delle competenze e, dall’altro, come la formazione sia fondamentale per elevare le competenze digitali del territorio”.

L’Evento AFTER potrebbe segnare il primo passo verso questa apertura e rappresentando l’inizio della creazione di una comunità digitale. La mattina di sabato 6 aprile inizierà con un appuntamento, dedicato a tutti i cittadini, per approfondire la tematica delle competenze digitali, nelle loro molteplici sfaccettature, e delle realtà e delle connessioni esistenti nel territorio dell’Unione Valle del Savio in questo campo. L’evento, dal titolo “Cesena Città delle Competenze Digitali” e presentato da Filippo Solibello, si svolgerà a partire dalle ore 09:00 nella sala Sozzi del palazzo del Ridotto e vuole essere un punto di incontro tra tutte queste realtà e promuovere l’inizio della creazione di una interessante comunità digitale. Nel corso della mattinata saranno presentati il progetto e i centri di facilitazione digitale dell’Unione Valle del Savio, finanziati all’interno del progetto Digitale Facile (Missione 1.7.2 del PNRR). Per informazioni e per partecipare all’evento è possibile iscriversi a questo link.

Nel corso della stessa giornata poi saranno rivolti agli studenti di alcune scuole del territorio laboratori tematici dedicati alla Citizen science e ai temi dell’ambiente e della sostenibilità. Il primo laboratorio “Citizer science in action. Citizen Science e Gaming per il digital wellbeing”, che vedrà il coinvolgimento di studentesse e studenti di due scuole superiori (Istituto superiore “Pascal Comandini” e Istituto Tecnico “Garibaldi-Da Vinci”), avrà lo scopo di introdurre, in modo interattivo e partecipativo, concetti quali quelli della Scienza dei Cittadini e del Game Thinking, con l’obiettivo di coinvolgere i giovani cittadini in attività scientifiche relative al benessere digitale. Il secondo, “Uno scatto per l’ambiente”, è un laboratorio di Citizen Science proposto da  Hera e che vedrà la partecipazione di due classi di studenti del secondo anno della Scuola media “Viale della Resistenza”. Il laboratorio ha lo scopo di potenziare le funzionalità dell’App Il Rifiutologo, per favorire lo sviluppo di un framework di AI che possa far riconoscere un rifiuto a partire da una foto. Entrambi i progetti rientrano all’interno del progetto regionale Citizer Science, finalizzato a diffondere la Scienza dei Cittadini sul territorio dell’Emilia-Romagna.

Il pomeriggio di After si aprirà alle ore 16:00 con la tavola rotonda “Intelligenza artificiale e nuovi modelli sociali”, che si terrà nella Sala Lignea della Biblioteca Malatestiana. Questa proposta nasce con l’idea di approfondire i nuovi paradigmi sociali, i  risvolti economici, le possibilità e gli inconvenienti di tale strumento, con un focus specifico anche sulle categorie sociali più fragili. In particolare si cercherà di analizzare come il rapido sviluppo tecnologico abbia reso concreti alcuni scenari che fino a qualche decennio fa apparivano impensabili: nella vita quotidiana, infatti i metodi e gli strumenti dell’intelligenza artificiale (IA) sono sempre più a supporto di azioni e decisioni che fino a qualche tempo fa costituivano prerogativa dell’essere umano. Gli attuali metodi e strumenti dell’IA, come ad esempio l’apprendimento automatico, l’elaborazione del linguaggio naturale, il riconoscimento automatico di oggetti, i sistemi esperti o il ragionamento automatico, fanno ormai parte di un percorso obbligato che occorre conoscere e saper interpretare per orientarsi nella società di oggi. L’incontro sarà aperto a tutti i cittadini, per partecipare è necessario iscriversi inviando una mail a info@casabufalini.it

Durante tutta la giornata e fino a domenica 7 aprile, nell’area delle tre piazze saranno presenti stand dimostrativi in cui verranno illustrate e promosse le politiche attive sul territorio dell’ Unione volte a combattere il digital divide e a promuovere la cittadinanza digitale. Si potranno non solo conoscere i progetti messi in campo dall’Amministrazione, ma sperimentare direttamente l’impatto delle nuove tecnologie nel loro rapporto con la PA, con le imprese e con la scuola, realizzando laboratori digitali e distribuendo alla cittadinanza il domicilio digitale gratuito. Un ruolo fondamentale sarà svolto dalla presentazione del percorso che ha portato all’attivazione sul territorio dell’Unione dei Punti Digitale Facile e delle figure degli “Angeli digitali”, tutor volontari che avranno il compito di digitalizzare e alfabetizzare i cittadini. Infine, durante tutta la prima settimana di aprile, presso la Mediateca della Biblioteca Malatestiana sarà possibile accedere a una selezione di titoli dedicati al tema dell’innovazione e del digitale. Mentre  nel corso della giornata del 6 aprile, verranno organizzate delle proiezioni aperte al pubblico e gratuite di alcuni di questi titoli nella Sala Proiezioni della Biblioteca.

Per maggiori informazioni è possibile visitare il sito https://www.afterfestival.it/

La seconda tappa della nuova edizione di After si terrà a Cesena, il 6 e 7 aprile, ed è organizzata dall’Agenda Digitale di Regione Emilia-Romagna e Lepida ScpA, in collaborazione con l’Unione Valle del Savio, il Comune di Cesena e ART-ER S.cons.p.a.