La sala Proiezioni

La programmazione di aprile proposta dalla sala Proiezioni

Ogni martedì sera la Biblioteca Malatestiana illumina piazza Bufalini dando la possibilità ai suoi utenti e ai cittadini più curiosi di fruire dei servizi fino alle ore 23:00. In occasione di questa apertura serale straordinaria, molto apprezzata dal suo lancio, gli utenti possono prendere parte alle diverse attività proposte. Si rinnoveranno per tutto il mese di aprile, ad esempio, le proiezioni in programma dalle ore 20:30, con apertura della Sala a partire dalle ore 20:00.

Interessanti proiezioni sono previste in occasione della Giornata mondiale dello sport (martedì 9 aprile), dei cento anni della nota casa di produzione cinematografica Metro Goldwyn Mayer (martedì 16 aprile) e per celebrare l’anniversario della Liberazione d’Italia (venerdì 26 aprile). Come di consueto, non mancheranno all’appello le proposte della Mediateca e i molti film selezionati dagli utenti stessi, che si occupano della programmazione e di una breve introduzione alla visione della pellicola stessa. A questo proposito, con particolare riferimento alle famiglie e ai più piccoli, si segnalano anche i numerosi film di animazione in programma. La prenotazione è facoltativa e l’ingresso è gratuito e riservato a tutti gli iscritti ai servizi della biblioteca, fino a esaurimento posti. Per le scuole di ogni ordine e grado sono previsti alcuni matinée, da concordare. L’attività è gratuita con prenotazione obbligatoria. È possibile richiedere ulteriori informazioni più specifiche sulle proiezioni, recandosi in biblioteca o contattando i numeri 0547 610892 oppure scrivendo su WhatsApp:366 01430062 o alla mail malatestianamediateca@comune.cesena.fc.it.

Durante tutti i pomeriggi (alle ore 16:00) si confermano le proiezioni gratuite dedicate agli utenti della Biblioteca Malatestiana. Inoltre, con particolare riferimento al festival della Regione Emilia-Romagna dedicato alla cultura digitale, nella giornata di sabato 6 aprile saranno proposte due proiezioni dedicate agli ecosistemi digitali.