Il Maestro Paolo Olmi ( Foto di repertorio)

In occasione del Concerto viene anche effettuata una raccolta di beni di prima necessità

Anche quest’anno, dopo la pausa forzata del 2020, torna a San Mercuriale, il 15 dicembre alle 21, il Concerto di Natale diretto dal Maestro Paolo Olmi con la Young Musicians European Orchestra.

In occasione del Concerto, giunto alla quinta edizione e ormai entrato nel cuore dei forlivesi, viene anche effettuata una raccolta di beni di prima necessità (biscotti, the, caffè, tonno e cibi in scatola, ma anche prodotti per l’igiene personale) organizzata con i Lions Club e Rotary Club della Città e destinata alle famiglie e ai soggetti in difficoltà che vivono a Forlì.

Attraverso L’Assessorato al Welfare e alla Famiglia, saranno coinvolti al concerto gruppi familiari che difficilmente in precedenza hanno avuto occasione di avvicinarsi alla musica classica: “E’ importante cercare di unire la solidarietà alla cultura per prendere consapevolezza delle tante fragilità che ci stanno accanto e darvi risposta”.

In questa ottica, il Sindaco di Forlì Gian Luca Zattini e l’Assessore Rosaria Tassinari insieme al Maestro Olmi e a Stefano Dalmonte (Presidente Fondazione Banco Alimentare Emilia-Romagna)hanno lanciato un appello alla generosità dei forlivesi affinché in un momento come questo non vengano dimenticate le persone e le famiglie che attualmente nella nostra città vivono situazioni di disagio e di difficoltà, rese più acute dall’emergenza del covid.

Ci dice il Maestro Olmi: “Si tratta di contributi dal costo molto basso che molti di noi si possono premettere: un panettone, una confezione di pasta o di tonno, tutte cose che per quanto piccole hanno una grandissima importanza per chi si trova in difficoltà”.

Messaggio condiviso anche da Stefano Dalmonte: “Come Banco Alimentare siamo ben lieti di partecipare e sostenere questa iniziativa, coscienti che la cultura del dono e della condivisione migliorano la società nella quale viviamo, come ci ricorda sempre anche Papa Francesco”.