Nella foto Gege Telesforo

Ecco il programma dell’appuntamento ormai tradizionale del borgo collinare romagnolo

Sul ‘balcone di Romagna’ l’estate è piena di musica e poesia. Si svolgerà dal 23 al 25 luglio (con un’anteprima il 18, dopo quella già andata in scena l’11) il Bertinoro Jazz Festival, appuntamento ormai tradizionale del borgo collinare romagnolo, che va in scena dal 2006. La manifestazione è stata presentata giovedì mattina nel corso di una conferenza stampa a cui sono intervenuti il Vicesindaco e Assessore al Turismo Mirko Capuano, il responsabile di produzione di Romagna Musica Claudio Borgianni e, in collegamento, il direttore artistico del Festival Luca Damiani. Promossa dal Comune di Bertinoro- Assessorato al Turismo e realizzata da Romagna Musica, l’edizione 2021 del BJF mette in scaletta una decina di concerti (comprese due anteprime, di cui una già andata in scena domenica scorsa).

Doppio appuntamento con GeGè Telesforo

Ospite di punta del Festival è GeGè Telesforo, talentuoso e poliedrico protagonista della scena musicale nelle vesti di raffinato jazz vocalist, innovatore della tecnica “scat” e vincitore per dieci anni consecutivi – dal 2010 al 2019 – del Jazzit Award come miglior voce maschile. Ma Telesforo è anche musicista, produttore, compositore, ricercatore e divulgatore musicale, conduttore radiotelevisivo ed entertainer di grande talento. Dopo essere stato nominato nel 2017 Goodwill Ambassador Unicef per il suo impegno artistico a favore di tutti i “bambini in pericolo”, ha inventato il progetto “Soundz for Children”, finalizzato alla rimozione degli ostacoli socio-culturali che impediscono un armonioso sviluppo psico-fisico dei bambini. 

Telesforo sarà protagonista di due appuntamenti: sabato 24 luglio, alle ore 22 si esibirà accanto all’Orchestra Entroterre, mentre domenica 25 luglio, sempre alle ore 22, sarà sul palco alla guida del GeGè Telesforo 4tet, con Dario Deidda al basso come special guest. Completano la formazione Domenico Sanna (piano & keys) e Michele Santoleri (percussioni). Un live allegro e allo stesso tempo complesso e ricercato, che poteva nascere solo dal connubio fra GeGé e Dario, fatto di amicizia e stima, prima che di tecnica e condivisione di stile artistico. Entrambi i concerti di Telesforo si terranno nel giardino della Rocca Vescovile.

Il programma del Bertinoro Jazz Festival

Il Festival è anticipato dall’anteprima in programma domenica 18 luglio, alle ore 21,30, nei giardini della Rocca: di scena il Marco Frattini Trio si esibirà in un concerto dal titolo “Empty Music”, basato sulle canzoni di Chilly Gonzales. Con Marco Frattini (batteria), sul palco ci saranno Claudio Vignali (pianoforte) e Gabriele Evangelista (contrabbasso).

Il Festival vero e proprio prenderà il via venerdì 23 luglio, con un doppio appuntamento.

Alle ore 20,30 piazza della Libertà ospiterà il concerto del Sam Paglia Quartet. Compositore, paroliere, organista Hammond, cantante, pianista e tastierista (specializzato quasi esclusivamente in tastiere vintage quali piano Fender Rhodes, Wurlitzer, Clavinet e Moog), ma anche disegnatore e scrittore, Sam Paglia propone un suono unico nel suo genere, un misto di jazz, bossanova, funk e temi presi in prestito dal cinema di genere a lui tanto caro. Con lui a dividere il palco ci sono Michele Iaia alla batteria e Peppe Conte alla chitarra, entrambi jazzisti molto preparati e dallo stile versatile.

Alle 22, nei  Giardini della Rocca, saranno alla ribalta i C’Mon Tigre,  duo attorno al quale ruotano musicisti provenienti da più parti del mondo. Ed è un collettivo multicolore, quello che hanno messo insieme per la loro seconda prova, “Racines”, che costituirà l’ossatura del concerto di Bertinoro.  Il titolo è una parola francese che significa “radici”, laddove le radici sono quelle musicali in cui piedi, testa e cuore dei C’mon Tigre sono immersi, e da cui, con i loro brani contaminati, spiccano il volo per creare ambientazioni sonore inedite.

Biglietti: 10 euro intero/ 8 euro ridotto under 35 e over 60 / Gratuito per residenti Comune di Bertinoro

Sabato 24 luglio, alle ore 20,30, in piazza della Libertà, arriverà Panaemiliana, gruppo formatosi nel 2017 dall’incontro di cinque musicisti attivi nella scena musicale bolognese ed italiana. Il primo lavoro discografico del quintetto nasce da una ricerca stilistica sviluppata declinando diversi universi musicali: dal contrappunto di Bach alla musica afro-cubana mescolati con il walzer italiano e quello francese. Il risultato sono le 10 tracce contenute all’interno del disco uscito nel 2020.

Alle ore 22, nel giardino della Rocca, in programma il concerto di Entroterre Orchestra ft. GeGè Telesforo.

Biglietti: 15 euro intero / 10 euro ridotto under 35 e over 60 / Gratuito per residenti Comune di Bertinoro

Due concerti in scaletta anche domenica 25 luglio.

Si comincia, come sempre, alle ore 20,30 in piazza della Libertà, dove sbarca “G and the Doctor”: sarà l’occasione per ascoltare il nuovo lavoro di Gloria Turrini e Mecco Guidi, duo romagnolo che che condivide palchi, kilometri ed emozioni dal 2010. Con il nuovo “G and the Doctor”, i due musicisti arrivano alle “origini” con il blues rurale, il jazz di New Orleans e il Rock n’Roll.

Alle 22, nei giardini della Rocca, gran finale del BJF con GeGè Telesforo e Dario Deidda.

Biglietti: 10 euro intero / 8 euro ridotto under 35 e over 60 / Gratuito per residenti Comune di Bertinoro

Informazioni utili

Tutti i concerti sono gratuiti tranne quelli di C’mon Tigre e GeGè Telesforo. Per tutti gli appuntamenti, comunque, è richiesta la prenotazione. Per informazioni e biglietti: tel. 051 0217824 | [email protected] | www.entroterrefestival.it

In tutte le serate del Festival, compresa l’anteprima del 18 luglio, sarà attivo il servizio navetta gratuito, dalle 19 alle 24 dai parcheggi di via Badia e via Allende Programmi e informazioni sul sito www.visitbertinoro.it

BertinJazz e BertinLove

L’estate di Bertinoro proseguirà in agosto con altri due appuntamenti ormai tradizionali: di BertinJazz, che offre ai visitatori del borgo la possibilità di assistere, fra un calice di vino e una piadina, a jam session di altissima qualità, e BertinLove, quando Bertinoro s’illuminerà con candele, lanterne e paralumi per una serata all’insegna dell’amore.