Gli organizzatori e l’Amministrazione Comunale di Cesena sono giunti alla decisione

Dopo attente valutazioni, gli organizzatori del Festival Internazionale del Cibo di Strada (Confesercenti Cesenate, Slow Food Cesena, Eventi in Itinere) e l’Amministrazione Comunale di Cesena sono giunti alla decisione di sospendere l’edizione 2020 della manifestazione.

“Come ogni anno – spiegano gli organizzatori – avremmo voluto animare e vivacizzare la città ad inizio autunno. In particolare, questa edizione sarebbe stata la ricorrenza a venti anni dalla nascita dell’evento, cresciuto esponenzialmente e imitato da più parti. La tipologia della manifestazione, molto frequentata e caratterizzata dalla mobilità delle persone che la visitano, rende però particolarmente complessa la possibilità di registrare ed identificare gli avventori, così come appare arduo evitare assembramenti, con un margine di rischio troppo elevato legato alla compresenza di persone che, per la natura stessa del Festival, in molti casi non potrebbero nemmeno indossare la mascherina. Per questo, anche se dispiaciuti, per senso di responsabilità e prudenza crediamo sia preferibile rinviare l’appuntamento piuttosto che proporlo snaturato e privo dell’identità che ha sempre caratterizzato il Festival di Cesena. È anche il motivo per cui non abbiamo preso in considerazione l’ipotesi di spostare il Festival al di fuori del centro storico”.

“Di comune accordo – concludono gli organizzatori del Festival e l’Amministrazione comunale – abbiamo perciò valutato che non è il momento migliore per l’organizzazione dei grandi eventi, mentre è preferibile dare vita ad appuntamenti che possono essere più facilmente controllati e presidiati. In questo senso, l’auspicio, la volontà e l’impegno saranno affinché, nei prossimi mesi, Cesena possa essere ricca di incontri ed animazioni, nel pieno rispetto delle misure di sicurezza”.