Nella foto, da sinistra: Cristina Montaguti, Simonetta Silvestri, Christian Bardi, Marco Baccini, Simona Benedetti, Lauro Giovannini e Paolo Lucchi

Nuove prospettive e progetti sfidanti si apprestano ad essere esplorati nel mondo della cooperazione sociale della Valle del Savio

Il motore di quella che vuole essere una nuova prospettiva è l’Alveare, storica cooperativa sociale con sede a San Piero in Bagno, che si pone l’obiettivo di rilanciare i principali settori delle proprie attività caratteristiche (pulizie, verde, mense) e di ampliare i servizi a carattere sociale, con progetti innovativi e sfidanti.

Nuovi stimoli e nuove sfide che hanno trovato impulso nel rinnovato gruppo di persone che compongono il Consiglio di Amministrazione, di cui fanno parte Christian Bardi, socio della cooperativa e che ora riveste anche la carica di Presidente, Lauro Giovannini, Primetta Casini, Simonetta Ceccarelli, Silvia Roverelli, Lilya Rypchuk, Fernando Resi, Massimo Moretti, Luca Spignoli, Paolo Caminati e Marco Baccini, Sindaco uscente del Comune di Bagno di Romagna, che è subentrato ieri a Lauro Giovannini nella carica di consigliere delegato.

“Insieme ai componenti del Consiglio di Amministrazione – hanno commentato Christian Bardi e Lauro Giovannini – abbiamo respirato e condiviso un nuovo spirito di attaccamento alla cooperativa Alveare, che ci ha spinto a metterci in gioco per rilanciarne le attività e per cercare di espanderne i servizi”.

La cooperativa Alveare è una realtà solida, con oltre 50 tra dipendenti e soci, che opera sia a favore dei privati che degli enti pubblici.

“Inutile però negare come negli ultimi anni, tuttavia, la nostra cooperativa abbia perso dinamicità, per varie circostanze e vicissitudini. Il nostro impegno – continuano Bardi e Giovannini – vuole creare tutte le condizioni per rilanciarla. Anche in vista di questi obiettivi, ci fa molto piacere che Marco Baccini, non appena conclusa la sua esperienza da Sindaco di Bagno di Romagna, abbia accettato di entrate nel Consiglio di Amministrazione con il ruolo di consigliere delegato.

“Il legame storico della cooperativa Alveare al nostro territorio ed alla nostra Comunità ed il carattere sociale della stessa, sono le due ragioni per cui ho sentito l’interesse e lo stimolo a potermi dedicare a questa realtà, cercando di mettere a disposizione il mio metodo di lavoro e l’esperienza maturata in questi dieci anni da Sindaco. Riparto da una realtà della Comunità e del nostro territorio – fa sapere Marco Baccini – con l’obiettivo di rafforzare tutti i servizi erogati dalla cooperativa, puntando sulla qualità e sulle persone che rappresentano la storia e la forza di questa bella e importante cooperativa sociale. Ci poniamo anche nuove sfide – continua Baccini – per le quali cercherò di creare uno spirito di squadra e di coinvolgere tutti. Nuovi progetti che potrebbero non solo cambiare le sorti della cooperativa, ma anche creare un indotto di servizi per le Comunità della Valle del Savio. Sarà fondamentale l’apporto di tutti i consiglieri e di tutti i soci e ed i lavoratori della cooperativa, così come dei nostri validi consulenti e delle associazioni che ci supportano, in particolare CNA e Federcoop Romagna.

“L’Alveare rappresenta da sempre un punto di riferimento fondamentale per la cooperazione sociale della Valle del Savio. Siamo convinti che di qui si possa ripartire per investire sull’innovazione e su progetti identitari che possano caratterizzare questa realtà, ma anche divenire in fretta un laboratorio di sperimentazione utile a tutta la cooperazione romagnola” – spiega Paolo Lucchi, Presidente di Legacoop Romagna, affiancato da Simona Benedetti coordinatrice territoriale di Forlì Cesena – “Per questo Legacoop Romagna, con la sua struttura tecnica Federcoop e con gli strumenti finanziari di sistema, affiancherà il Presidente Bardi, Giovannini, il nuovo Consigliere delegato Baccini, tutti i soci, all’interno di un progetto ambizioso ma assolutamente utile a questo territorio”.