Nella foto, il presidente e i tecnici coinvolti all’interno della centrale

E’ stato inaugurato ieri mattina al centro operativo di Capaccio, nei pressi di Santa Sofia, il revamping della della centrale di climatizzazione invernale ed estiva del centro operativo stesso

Un innovativo progetto di transizione energetica che utilizza l’acqua dell’Acquedotto della Romagna, proveniente dalla vicina diga di Ridracoli, per produrre l’energia termica necessaria per riscaldare e raffrescare tutto l’immobile: aumentando l’efficienza energetica; riducendo, oltre ai costi, anche gli impatti ambientali; e contribuendo al processo di decarbonizzazione grazie all’utilizzo di energia rinnovabile al posto del gas naturale.

Grazie a questo intervento Romagna Acque ha conseguito una riduzione di oltre il 40% dei consumi energetici rispetto alla soluzione precedente ed il risultato ottenuto dalla sola progettazione impiantistica, quindi senza interventi sulle strutture perimetrali del fabbricato in esame, porta l’edificio dalla classe energetica E alla classe energetica B, con un significativo miglioramento di tre categorie.

L’intervento, dal costo complessivo di circa 500 mila euro (che verranno ammortizzati nell’arco dieci anni) è stato realizzato da ditte locali: in particolare, sono intervenuti il progettista Deris Ortali e i rappresentanti della “Torricelli” di Forlì, autori dell’intervento. Fra i presenti, oltre all’amministrazione comunale, anche alcune aziende del territorio: l’intervento realizzato a Capaccio – come è stato detto durante l’inaugurazione – potrebbe essere replicato (con le opportune differenze) anche per diverse altre realtà pubbliche e private del territorio.

“Siamo orgogliosi di poter presentare un intervento così importante nella logica sempre più cruciale della transizione energetica – ha detto il presidente di Romagna Acque, Tonino Bernabè, coadiuvato nella presentazione dall’energy manager aziendale Andrea Zanfini -: da un lato questo può essere un esempio per il territorio, dall’altro è un ulteriore passo avanti nella logica interna della sostenibilità, dell’efficienza e della riduzione dei costi energetici, che rappresentano da anni punti irrinunciabili della nostra filosofia aziendale”.