Taglio del nastro - Da sinistra, Roberto Ghetti, Roberto Canali e Mauro Poggi

La struttura è stata realizzata grazie al contributo del Comune di Predappio e della Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì

Con il taglio del nastro di domenica 5 maggio 2024, è entrata ufficialmente in funzione la nuova cucina della Pro Loco Fiumana, realizzata nell’Area Verde della frazione. Si tratta di una struttura professionale che permetterà ai volontari dell’associazione di promuovere in sicurezza e nel rispetto della normativa vigente le future iniziative conviviali e di condivisione a vantaggio della comunità locale. Un intervento a lungo atteso, che ha trovato compimento grazie al contributo del Comune di Predappio e della Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì.

Grande la soddisfazione dei rappresentanti della Pro Loco Fiumana, che per l’occasione hanno tracciato una breve storia dell’associazione. L’organizzazione, nata da una precedente realtà che si occupava del carnevale, si è costituita ufficialmente nel 1995. Nell’arco dei quasi 30 anni di attività, ha organizzato numerose manifestazioni, tra le quali moltissimi eventi conviviali finalizzati all’auto-sostentamento delle attività associative. “Con il cambiare delle norme – ha precisato Roberto Ghetti, vicepresidente della Pro Loco Fiumana – la nostra precedente cucina è divenuta inadeguata. Parallelamente, gli anni segnati dal Covid-19 sono stati di grande difficoltà e hanno rallentato i lavori per l’edificazione di una nuova struttura. Ma grazie al contributo della Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì, del Comune di Predappio e di altre donazioni, siamo riusciti in 4 anni a costruire una nuova cucina con tutti i crismi, in linea con le normative vigenti, come quella di un ristorante”.

“Siamo soddisfatti – ha affermato il sindaco di Predappio, Roberto Canali – di aver dato a Fiumana, alla Pro Loco, ai volontari e anche alla Protezione Civile questa struttura. Già da 5 anni l’Amministrazione comunale era consapevole della necessità di realizzare una costruzione che offrisse un servizio ai tanti volontari che fanno vivere l’Area Verde. L’occasione di concretizzare il progetto ci è stata fornita dal ‘Bando Distretto’ della Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì, che ringraziamo per l’attenzione che rivolge alle necessità dei territori e al benessere delle comunità del comprensorio. Non solo: in caso di calamità, questa struttura può anche essere un prezioso sostegno all’azione della Protezione Civile”.

A fronte del costo iniziale stimato per la realizzazione, pari a 140mila euro, il contributo erogato della Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì è stato di 105mila euro. Alla fase di progettazione sono però seguite le ben note criticità legate agli scenari internazionali, alla crisi economica e ai conseguenti rincari. “Il costo dell’opera – ha proseguito il sindaco Canali – è così salito a 180mila euro e il Comune di Predappio si è fatto carico dell’investimento di 75mila euro per la copertura della spesa residua. Credo che avere una struttura simile a disposizione della comunità e della Protezione Civile non abbia prezzo”. L’attrezzatura in uso nella cucina rinnovata è stata invece acquistata dalla Pro Loco Fiumana.

Sono seguiti i ringraziamenti alle aziende e ai professionisti che hanno lavorato alla realizzazione della struttura: Naldi Carpenterie S.R.L., Antaridi, Casadei Rossi Francesco & C. S.N.C., P.G. di Padovani Giuseppe, Termoidraulica F.lli Cristofani S.R.L. e l’architetto Alberto Ridolfi; è stata ricordata anche la proficua collaborazione con Bonavita Servizi S.R.L., nella persona di Alice Casamenti, e con CNA Forlì-Cesena, nella persona di Carla Tombaccini. Un plauso particolare è stato riservato a Mauro Poggi, che il prossimo dicembre festeggerà il traguardo dei vent’anni in qualità di presidente della Pro Loco Fiumana.

Dopo la benedizione impartita dal parroco don Massimo Bonetti, è stato il momento del taglio del nastro, preludio di un pranzo molto partecipato al quale erano presenti 160 persone.