ll contributo ricevuto dalle 42 aziende beneficiarie è frutto della sottoscrizione lanciata da Confartigianato Emilia Romagna all’indomani dell’alluvione e alla quale hanno aderito imprenditori da ogni parte d’Italia

Lunedì 29 aprile alle 18, nella sede di Confartigianato è stato realizzato un evento per consegnare simbolicamente la somma stanziata a favore di tutte le imprese associate a Confartigianato di Forlì colpite dall’alluvione, alla presenza degli amministratori dei territori coinvolti, del presidente della Camera di Commercio della Romagna Carlo Battistini, del Questore Claudio Mastromattei, del comandante della Polizia Locale Claudio Festari e del vicecomandante Andrea Gualtieri.

Il contributo ricevuto dalle 42 aziende beneficiarie è frutto della sottoscrizione lanciata da Confartigianato Emilia Romagna all’indomani dell’alluvione e alla quale hanno aderito imprenditori da ogni parte d’Italia, un segnale di speranza e invito alla ripartenza. L’appuntamento è stato aperto da un videomessaggio del presidente della Confederazione nazionale, Marco Granelli, che ha ribadito l’impegno di Confartigianato a tutela del nostro sistema produttivo. A fare gli onori di casa il presidente dell’associazione forlivese Luca Morigi e il segretario Mauro Collina. Il presidente Morigi ha sottolineato “a seguito degli eventi alluvionali della notte fra il 16 e il 17 maggio 2023 il nostro territorio ha subito profonde ferite, di cui ancora oggi si vedono i segni. Danni che hanno messo a dura prova la sopravvivenza stessa delle imprese. Dopo i primi momenti di comprensibile paura, di scoramento e di condivisibile rabbia, c’è stata la risposta coraggiosa delle imprese alle avversità, supportata dalla grande solidarietà e dalla mobilitazione che ha visto arrivare nei nostri territori volontari da ogni parte d’Italia.

Un’iniezione di fiducia, che ha aiutato il nostro territorio a ritrovare la voglia di reagire. Soprattutto gli imprenditori hanno messo in campo le energie migliori e grande coraggio, ricorrendo anche a risorse economiche personali, pur di riprendere velocemente la propria attività. Donne e uomini che hanno sentito il dovere di lottare per il proprio sogno imprenditoriale, per i propri collaboratori e per la comunità a cui appartengono. In questi mesi abbiamo ascoltato le loro storie e non possiamo fare altro che ringraziarli e confermare il nostro impegno e la nostra vicinanza.” Toccanti le testimonianze di alcune imprese pesantemente danneggiate dal fango, ma che non hanno mai messo in dubbio la volontà di riaprire. Ha concluso Morigi “la sottoscrizione regionale, alla quale anche Confartigianato di Forlì ha contribuito, ci permette di supportare anche economicamente le nostre imprese, un gesto di speranza per contribuire alla rinascita del forlivese.”