Dalla Romagna 100 delegati CISL Romagna diretti verso Roma

La CISL darà vita a un importante momento di confronto e mobilitazione nazionale dedicato alla sicurezza e alla salute nei luoghi di lavoro. Domani, sabato 13 aprile 2024, oltre cinquemila delegati provenienti da ogni settore produttivo si riuniranno presso il Pala Tiziano di Roma per partecipare all’Assemblea Nazionale, che avrà luogo dalle 9:30 alle 13:00.

“Fermiamo la scia di sangue – Sicurezza sul lavoro, un impegno comune” è lo slogan che riassume senso e gli obiettivi della manifestazione che ha quello primario di sensibilizzare istituzioni e imprese sull’urgente necessità di affrontare l’emergenza legata alla sicurezza sul lavoro. Da mesi la Cisl è attiva sul territorio, promuovendo assemblee e iniziative mirate a sollecitare un’immediata azione per porre fine alla tragedia degli incidenti sul lavoro che continua a mietere vite umane.
Durante l’Assemblea, saranno affrontate le problematiche legate alla sicurezza nei vari settori economici, attraverso gli interventi di quindici delegati sindacali rappresentativi delle diverse categorie lavorative. Il segretario generale della Cisl, Luigi Sbarra, chiuderà i lavori intorno alle 12:00, sottolineando l’importanza di un impegno concreto e continuativo da parte di tutte le parti coinvolte. La recente tragedia sul lavoro, avvenuta martedì scorso presso l’impianto Enel del lago di Suviana, a Bargi, nell’Appennino emiliano, ha rappresentato un ennesimo drammatico evento che ha coinvolto almeno 12 tecnici, di cui 7 deceduti, ha nuovamente sottolineato la gravità della situazione e l’immediata necessità di intervenire per garantire la salute e la sicurezza dei lavoratori.


“Fin dall’inizio di questa campagna – dichiara il Segretario Generale CISL Romagna Francesco Marinelli –, si sono ottenuti svignativi risultati attraverso il dialogo e la negoziazione. Tra le principali conquiste, vi è l’avvio della Patente a Crediti per i cantieri mobili o temporanei, l’assunzione di 766 nuovi ispettori INL a completamento della prima tranche di un reclutamento di 1.600 unità che si aggiungono ai 2.300 in attività con il conseguente potenziamento dei controlli +40% nel 2024 rispetto all’anno precedente, nonché un significativo pacchetto di finanziamenti risorse del bilancio INAIL, per 1 miliardo e 500 milioni, per la prevenzione e la formazione, e avviato l’iter parlamentare per inserire salute e sicurezza Nei programmi scolastici”.“Tuttavia, ci sono ancora sfide da affrontare e importanti obiettivi da perseguire – continua Marinelli -, e per questi motivi  la Cisl continua a rivendicare l’estensione della Patente a Crediti in ogni settore produttivo, un ulteriore potenziamento del contingente degli organi di vigilanza, incrocio delle banche dati e rafforzamento dei poteri dei RLS e RLST, garantendo un presidio efficace delle procedure di sicurezza in ogni azienda”.“In questo contesto – conclude il segretario cislino –, l’Assemblea Nazionale rappresenta un momento cruciale per rilanciare la proposta complessiva della Cisl e promuovere un patto tra istituzioni e parti sociali finalizzato a promuovere una cultura della sicurezza sul lavoro e a garantire un ambiente lavorativo sicuro e protetto per tutti i lavoratori”.