Foto di repertorio shutterstock

Entro l’estate verrà emanato un ulteriore bando di concorso, aperto a qualunque fascia d’età, con cui l’Agenzia concluderà le assunzioni nei Centri per l’impiego

“Congratulazioni, è stato un percorso lungo e impegnativo, ma avete dimostrato determinazione e voglia di essere protagonisti, ora è il momento di entrare in squadra per costruire insieme le reti territoriali per l’occupazione e farle diventare delle vere e proprie Agenzie di comunità”. Così l’assessore regionale allo Sviluppo economico e al Lavoro, Vincenzo Colla, ha accolto questa mattina i 124 giovani che saranno assunti dall’Agenzia regionale per il lavoro dell’Emilia-Romagna, con contratto di formazione e lavoro, e che dal 1 giugno inizieranno a operare nelle sedi dei Centri per l’impiego e negli Uffici per il collocamento mirato dislocati su tutto il territorio regionale. Prima di iniziare l’esperienza lavorativa, la Regione ha voluto accogliere i neoassunti nella squadra regionale, invitandoli oggi in viale Aldo Moro, a Bologna, a firmare il contratto, tutti assieme.

“A quasi sette anni dalla nascita dell’Agenzia, in un mercato del lavoro fortemente mutato rispetto al passato e che ancora risente degli effetti negativi della pandemia, la scelta di potenziare e rafforzare la struttura con l’assunzione di assistenti in politiche del lavoro esprime la chiara volontà della Regione di supportare le cittadine e i cittadini dell’Emilia-Romagna, nella ricerca di una occupazione, di accrescere il livello di preparazione professionale sul territorio e di incrociare con le esigenze del sistema delle imprese- ha detto l’assessore Colla-. L’obiettivo a cui stiamo lavorando da più di un anno, per il quale la vostra presenza, il vostro impegno e la voglia di fare e imparare sarà fondamentale, è la realizzazione di una vera e propria Agenzia di comunità, capace di individuare e attivare reti territoriali con cui collaborare al fine di trasformare le attuali situazioni di crisi in opportunità per la ripartenza”.

Chi sono i neoassunti e i piani dell’Agenzia

Tra i 124 neoassunti 52 sono maschi e 72 femmine. Per quanto riguarda il titolo di studio, 97 sono laureati e 27 diplomati. La maggioranza, 60 persone, ha un’età tra i 30 e i 32 anni, 58 sono tra i 25 e 29 anni, 6 hanno meno di 25 anni. Le assunzioni di oggi si collocano dentro il quadro di potenziamenti dei Cpi previsto nel 2019. Con l’attivazione di questi nuovi contratti l’Agenzia regionale per il Lavoro raggiunge il 90% delle assunzioni necessarie per completare il Piano di potenziamento. Entro l’estate verrà emanato un ulteriore bando di concorso, aperto a qualunque fascia d’età, con cui l’Agenzia concluderà le assunzioni nei Centri per l’impiego.

Per quel che riguarda le infrastrutture, è in fase di conclusione la sottoscrizione di 18 convenzioni con Comuni per nuove sedi di centro per l’impiego o per la ristrutturazione delle sedi attuali, per un valore economico di 17 milioni di euro, già impegnati. Le tre linee guida con cui la Regione, attraverso l’Agenzia, ha dato attuazione al Piano di potenziamento, sono l’assunzione di nuovo personale, la realizzazione di nuove sedi e l’implementazione dei sistemi digitali e informativi.

Oggi è operativo un sistema informativo regionale per il lavoro (Sil-ER), che gestisce tutte le attività dei Centri per l’impiego, e che “parla” con i sistemi informativi nazionali. Il sistema rende disponibile un Portale di servizi rivolto a cittadini e imprese (Lavoro per Te), una app attraverso la quale è possibile avere informazioni e servizi diversi e una piattaforma condivisa (AssistER) con i Comuni e le Asl per la presa in carico delle persone in condizioni di fragilità, il cui utilizzo è stato esteso alla gestione del Reddito di Cittadinanza. Il quadro si completa con una Piattaforma per la gestione e il controllo dei tirocini.