Stand fieristici (shutterstock.com)

Per le Pmi produttrici di beni e servizi domande dall’1 al 31 giugno con possibilità di contributi fino a 10mila euro

La Regione Emilia-Romagna con apposito bando sostiene la promozione dell’export e la partecipazione ad eventi fieristici. Le domande andranno inviate dall’1 al 30 giugno 2021 e potranno essere presentate da imprese di micro, piccola e media dimensione (MPMI) aventi sede legale e/o sede operativa attiva in Emilia-Romagna, che esercitino attività industriale di produzione di beni e servizi. Il contributo concesso è pari al 100% delle spese ammissibili fino ad un massimo di 10.000 euro. Spesa minima ammessa in fase di presentazione: 5.000 euro. Le domande verranno esaminate in base all’ordine di arrivo delle stesse. E’ prevista una maggiorazione di punteggio (1 punto) in caso di: rilevanza femminile e giovanile, rating di legalità, localizzazione nei comuni montani o parzialmente montani dell’Emilia-Romagna, localizzazione nelle  Aree 107.3.C (parte delle province di Ferrara e Piacenza). Il periodo di realizzazione dei progetti, così come il pagamento delle fatture,  va dal  1 gennaio 2021 al 31 dicembre 2022. Le sole spese per la prenotazione dello spazio espositivo e di adesione a fiere ed eventi possono essere sostenute prima del 1 gennaio 2021. L’invio delle domande deve avvenire tramite il portale Sfinge2020 dalle ore 12.00 dell’1 giugno 2021 alle ore 16.00 del 30 giugno 2021.

Cosa finanzia

Il bando supporta progetti di partecipazione a fiere all’estero o in Italia (in quest’ultimo caso solo a fiere con qualifica “internazionale”) di natura fisica o virtuale e partecipazione a eventi promozionali o b2b fisici o virtuali realizzati da organizzatori internazionali, purché di livello internazionale. Il periodo di realizzazione dei progetti va dall1 gennaio al 31 dicembre 2022.

Spese ammissibili

Sono ammissibili le spese per:

– B2B ED EVENTI: partecipazione a eventi promozionali o b2b fisici o virtuali realizzati da organizzatori internazionali, purché di livello internazionale;

– FIERE INTERNAZIONALI: partecipazione a fiere all’estero o in Italia (in quest’ultimo caso solo a fiere con qualifica “internazionale”) di natura fisica o virtuale.

– Nel caso di FIERE IN PRESENZA saranno ammessi i seguenti costi: affitto spazi, allestimento (incluse le spese di progettazione degli stand), gestione spazi, trasporto merci in esposizione e assicurazione delle stesse, ingaggio di hostess/interpreti.

– Nel caso di FIERE VIRTUALI saranno ammessi i seguenti costi: iscrizione alla fiera e ai relativi servizi; consulenze in campo digital; hosting; sviluppo piattaforme per la virtualizzazione; produzione di contenuti digitali; accordi onerosi con media partners; spese di spedizione dei campionari.