Anche i gestori di palestre tra i beneficiari dei ristori (shutterstock.com)

Ampia la platea degli interessati: discoteche, ambulanti, spettacolo, bar, ristoranti, gelaterie, palestre, cinema e cultura

In arrivo 13,35 milioni di euro – domande a partire dal 12 maggio fino al 12 giugno – per i ristori ad alcune categorie soggette a restrizioni in relazione all’emergenza da COVID-19. La gestione del Bando per l’erogazione di queste risorse è stata affidata a Unioncamere Emilia–Romagna, con il supporto delle Camere di commercio della regione.

Le categorie beneficiarie dei contributi sono:

1. gestori di discoteche e sale da ballo;

2. imprese che esercitano l’attività di commercio su area pubblica nelle fiere e ristorazione ambulante;

3. imprese che esercitano l’attività di spettacolo viaggiante;

4. imprese che esercitano l’attività di gelateria, pasticceria e altre attività da asporto e ristorazione;

5. gestori di palestre;

6. imprese che operano nel settore cinematografico;

7. imprese culturali.

L’entità del contributo

Per determinare l’entità del contributo per ciascuna impresa si suddivideranno le risorse complessivamente disponibili per ciascuna Misura (di fatto le sette categorie citate) per il numero delle imprese ammesse alla Misura stessa. E’ previsto un contributo massimo per ciascuna Misura. Le domande – non soggette a imposta di bollo – di contributo dovranno essere presentate a partire dalle ore 10 del giorno 12 maggio 2021 e fino alle ore 12 del giorno 4 giugno 2021. Non si tratta di un clic day e la piattaforma non rileva l’ordine cronologico di presentazione della domanda ai fini della concessione del contributo. Non saranno considerate ammissibili le domande presentate da un soggetto diverso dal rappresentante legale dell’impresa.

I destinatari del contributo

I soggetti economici destinatari delle Misure devono risultare iscritti al Registro delle Imprese, salvo che per le Misure destinate al settore cinematografico e degli operatori culturali, per cui è sufficiente l’iscrizione al Repertorio Economico Amministrativo. Per queste ultime categorie la domanda può essere inviata via PEC utilizzando obbligatoriamente la modulistica messa a disposizione di Unioncamere Emilia-Romagna sul proprio sito a partire dal 12 maggio.

Una sola domanda

Ad ogni soggetto economico interessato è consentito presentare una sola domanda a valere sul Bando. Nel caso di presentazione di più domande da parte del medesimo soggetto economico, anche a valere su diverse Misure, sarà considerata esclusivamente la prima domanda ammissibile presentata in ordine cronologico e ogni ulteriore domanda sarà considerata inammissibile.

La verifica della regolarità contributiva

I soggetti economici ai quali sarà erogato il contributo devono essere in regola con gli obblighi contributivi e la normativa antimafia e non devono essere in stato di difficoltà ai sensi delle disposizioni europee.

Si invitano i potenziali beneficiari dei contributi a verificare la propria regolarità contributiva nei confronti di INPS e INAIL (DURC): per i DURC che risulteranno non regolari o in verifica c’è tempo fino al 10 settembre 2021 per regolarizzarsi.

Dove trovare le info necessarie

Le richieste di informazioni relative ai contenuti del Bando possono essere indirizzate a Unioncamere Emilia-Romagna all’indirizzo email [email protected]. Le richieste di informazioni relative alle modalità tecniche di presentazione delle domande tramite l’utilizzo della Piattaforma https://restart.infocamere.it possono essere inviate attraverso il modulo online disponibile nella sezione “Aiuto e contatti” presente nella Piattaforma stessa.