La spiegazione del deputato romagnolo, Marco Di Maio

“Con tenacia e caparbietà entra in legge di bilancio un provvedimento molto atteso per i lavoratori autonomi: lo si deve alla battaglia politica condotta da Italia Viva durante l’esame della legge di bilancio in corso alla Camera.”

 “La cassa per gli autonomi è una realtà. Non è un caso se arriva in questa fase politica, grazie al lavoro che Italia Viva sta facendo da tempo – spiega il deputato romagnolo Marco Di Maio -. Con il governo Renzi iniziò il cambiamento che, di fatto, introdusse un primo statuto dei diritti dei lavoratori autonomi. Oggi siamo riusciti nel secondo passo, storico, perché mai gli autonomi hanno avuto la copertura di cassa”.

“L’indennità, che sarà erogata dall’Inps, sarà riconosciuta, a domanda, agli iscritti alla Gestione separata che esercitano per professione abituale attività di lavoro autonomo. Per accedere alla misura occorreranno una serie di requisiti: non essere titolari di trattamento pensionistico diretto e non essere assicurati presso altre forme previdenziali obbligatorie; non essere beneficiari di reddito di cittadinanza; aver prodotto un reddito di lavoro autonomo, nell’anno precedente la presentazione della domanda, inferiore al 50% della media dei redditi da lavoro autonomo conseguiti nei tre anni precedenti l’anno anteriore la presentazione della domanda.”