Le attività si svolgeranno a Forlì presso Techne

Nasce GIM Generazione Impresa Mondo, la prima business community che promuove l’imprenditorialità straniera e italiana a Forlì.

Si è svolta questa mattina, martedì 15 settembre, presso la Sala Bonavita della Camera di Commercio a Forlì, la conferenza stampa di presentazione del progetto GIM – Generazione Impresa Mondo, gestito dall’ente pubblico di formazione Techne Forlì-Cesena nell’ambito del Progetto Europeo Interreg TASKFORCOME CE1385 che conta un ampio partenariato di 12 partner provenienti da 5 Paesi (Polonia, Italia, Austria Croazia Germania).

GIM Generazione Impresa Mondo nasce da una fase di ricerca condotta nell’estate/autunno 2019, a cui è seguita la fase di coprogettazione con un ampio partenariato locale costituito da istituzioni socio-economiche, associazioni datoriali, ordini professionali, esperti e consulenti di alto profilo operanti a livello regionale, nazionale ed anche internazionale. Le attività si svolgeranno a Forlì presso Techne in via Buonarroti 1, nonché presso i Partner locali e se occorre anche online.

Nell’arco dei prossimi 10 mesi, fino a luglio 2021, la piattaforma promuove gratuitamente percorsi in presenza e/o online, flessibili e adattabili ai fabbisogni dei giovani e adulti partecipanti, che prevedono formazione, consulenza, collegamento ai servizi del territorio, networking e mentoring con le imprese di successo, per sostenere progetti d’impresa sostenibili e in grado di evolvere in imprese.

È intervenuto Alberto Zambianchi, Presidente della Camera di Commercio della Romagna Forlì-Cesena e Rimini che patrocina il progetto: “Abbiamo aderito al progetto GIM con l’obiettivo di contribuire a creare un ambiente favorevole alla nascita e allo sviluppo di nuove imprese in un periodo che vede e prevede indicatori economici in calo a causa dell’emergenza sanitaria. I dati ci dicono – continua Zambianchi – che l’imprenditoria guidata da stranieri è in forte e costante crescita rispetto a quella italiana, +13% solo negli ultimi 5 anni; ben vengano quindi iniziative come il progetto GIM mirate a sviluppare e integrare le vocazioni all’imprenditorialità dei giovani stranieri e italiani”.

“Il progetto GIM fa leva su alcuni elementi importanti per la nostra Amministrazione – sottolinea Paola Casara, Assessore Politiche per l’impresa del Comune di Forlì – come l’accompagnamento a chi si avvicina al mondo dell’impresa, quindi anche e soprattutto ai giovani, ponendo attenzione al tema della legalità per far crescere un tessuto imprenditoriale consapevole e solido. Inoltre GIM si inserisce perfettamente – continua la Casara – nel nostro progetto Forlì Impresa Facile che è il tentativo di facilitare il dialogo tra pubblica amministrazione e imprese”.

“In quanto agenzia pubblica a vocazione sociale – sottolinea Lia Benvenuti, Direttore generale Agenzia formativa Techne – siamo impegnati da sempre sui temi dell’innovazione e dell’integrazione in una comunità coesa. Per questo – continua la Benvenuti – grazie ad una articolata rete di attori locali, intendiamo sperimentare un processo formativo che punti ad intercettare giovani e adulti motivati, ad accompagnarli nel capire le proprie potenzialità imprenditoriali e metterli in contatto con i servizi del territorio.

Hanno concluso i lavori Barbara Bovelacci, coordinatrice progetto GIM ed Elena Salvucci presidente della cooperativa Casa del Cuculo, che hanno delineato le tappe del percorso formativo, il ruolo degli attori coinvolti e le strategie per rafforzare l’impatto positivo del progetto GIM.

L’evento lancio di GIM “Storie di imprese. Cosa significa essere imprenditore e imprenditrice in un paese straniero?” si terrà giovedì 17 settembre alle ore 11.00 presso la Sala del Consiglio della Provincia di Forlì-Cesena, piazza Morgagni 9, Forlì (previa iscrizione alla email [email protected] e in diretta Facebook alla pagina: https://www.facebook.com/gimtaskforcome. Tutte le informazioni sono disponibili da lunedì sul sito www.gimimpresamondo.com e alla email [email protected]