L’attacco di Bignami: “Notevoli difficoltà sia sulla privacy che sulla sostenibilità dei flussi informatici”

BOLOGNA – “Avevamo in ogni sede e circostanza evidenziato come l’imminente avvio della fatturazione elettronica fosse accompagnato da una notevole difficoltà, sia in ordine al trattamento dei dati in relazione alla privacy – come evidenziato dal Garante –, sia in ordine alla sostenibilità dei flussi informatici che Sogei sarebbe stata costretta a sopportare.

 

A queste preoccupazioni avevamo anche aggiunto l’assoluta inadeguatezza della piattaforma allestita dall’Agenzia delle Entrate, rilevando come, a nostro giudizio, la stessa sarebbe andata immediatamente sotto stress con l’entrata in vigore della fatturazione elettronica.

Decine e decine, per non dire centinaia di operatori, ci segnalano come, in queste ore, così come avevamo preannunciato e temuto, il sistema allestito dall’Agenzia delle Entrate sia andato in tilt più volte e come si realizzino dei veri e propri blocchi dell’operatività dello strumento, rendendo così impossibile l’invio e la ricezione di fatture.

 

E’ appena il caso di evidenziare come questo significhi bloccare la circolazione della ricchezza nel nostro Paese, impedendo ad artigiani, commercianti, professionisti, imprese e lavoratori di emettere e ricevere fattura. In una Nazione seria questa situazione dovrebbe essere accompagnata immediatamente dalle dimissioni irrevocabili del direttore dell’Agenzia delle Entrate, che aveva invece offerto totali garanzie di funzionamento del sistema. Non ci vengano a dire che i disservizi sono normali, perché questi burocrati, che non hanno la benché minima idea di come funzioni il mondo, devono imparare che gli errori si pagano e che le conseguenze di aver allestito, tra l‘altro in modo inadeguato, questo sistema perverso non si possono far ricadere su imprenditori e partite Iva. E’ bene che inizino a rispondere dei propri errori: dimissioni immediate!”. 

Lo dichiara Galeazzo Bignami, deputato di Forza Italia