Chiuso il bando, la busta arrivata nel giorno della riapertura della pista per il Capo dello Stato

Nel giorno in cui la pista dell’aeroporto Ridolfi è tornata operativa per consentire l’atterraggio del velivolo del Capo di Stato Sergio Mattarella, lunedì 16 aprile, e poco prima della scadenza, è arrivata una proposta formale per rilevarne la gestione.

L’ente dell’Aviazione Civile ha infatti confermato l’arrivo di un interessamento, con una busta che sarà aperta mercoledì.

Ancora sconosciuto quindi l’autore della proposta che, in caso fossero presenti tutti i requisiti, permetterebbe all’aeroporto Ridolfi di ritornare – finalmente – operativo.

A rappresentare l’autore della proposta è lo studio di consulenza “Orienta Partnerd” di Forlì, che non dà però conferma.