L’Amministrazione precisa: “Gara a cura di Ert, al Comune solo il ruolo di controllo”

In merito alla  questione dell’affidamento dei servizi tecnici, amministrativi e di sala del teatro Bonci, si ritiene opportuno fare alcune precisazioni per fornire un quadro più esatto della situazione e chiarire il ruolo del Comune. Questo con l’auspicio di correggere alcune inesattezze circolate in questi giorni ed evitarne altre.

 

Com’è noto,  i servizi tecnici e di sala del Bonci finora erano affidati alla cooperativa Arcobaleno, che ha svolto questo compito per circa 30 anni con grande professionalità.

Ora sono in corso le procedure per il nuovo affidamento a cura di Ert, secondo quanto previsto dalla relativa convenzione. Il Comune non ha ruolo in questo iter e, proprio perché ne sono pienamente consapevole,  non  ho mai dichiarato  – ci tengo a sottolinearlo  – che è il Comune a seguire il bando di gara.

 Anzi, è bene specificare che, sulla questione, l’Amministrazione comunale di Cesena non avrà altra informazione se non quelle che saranno formalmente comunicate al termine della procedura.

L’unico nostro intervento è avvenuto alla fine di maggio quando il Presidente di Ert ci ha comunicato, per la prima volta, di aver intenzione di avviare una trattativa per la scelta di un nuovo soggetto a cui affidare i servizi, dopo che la coop Arcobaleno aveva annunciato la propria intenzione di cessare l’attività. In quel frangente l’Amministrazione comunale si è limitata a esprimere lo stesso invito che rivolgiamo a tutte le nostre partecipate, e cioè di agire in modo conforme al Codice degli appalti, risolvendo in questo modo l’eterna questione su quanto siano pubbliche e quanto siano private. Null’altro.

 

Non conosciamo i motivi della decisione assunta dalla cooperativa Arcobaleno, né sappiamo di eventuali questioni economiche, visto che il contratto per i servizi del Teatro Bonci e il rapporto che ne è scaturito sono esclusivamente tra Ert e cooperativa Arcobaleno.  

Per parte nostra, teniamo a ribadire che il Comune di Cesena ha sempre agito con attenzione e correttezza, senza intervenire in questioni che sono di competenza e responsabilità altrui. È così farà anche nelle prossime settimane, esercitando solamente quelle funzioni di controllo previste dalla legge.