CESENATICO. Con 15 voti favorevoli (PD, PRI, Lista Civica Buda, FI) il Consiglio comunale di Cesenatico nella seduta di mercoledì 7 settembre ha deliberato l’adesione del Comune di Cesenatico al FLAG – Costa dell’Emilia-Romagna, un gruppo di azione locale che unirà tutti i comuni della costa che si occuperà di stabilire le scelte strategiche territoriali per lo sviluppo della pesca e dell’acquacoltura dell’intera costa regionale.

La costituzione del FLAG (Fisheries Local Action Group) dell’Emilia-Romagna, è prevista

dal Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca (FEAMP) che è il principale strumento di sostegno alla nuova Politica Comune della Pesca (PCP) che cercherà, tra il 2014 e il 2020, di migliorare la sostenibilità sociale, economica e ambientale dei mari e delle coste in Europa sostenendo i progetti locali, le aziende e le comunità in loco.

Il FLAG sarà costituito da un partenariato pubblico-privato che coinvolgerà enti pubblici, operatori privati del settore della pesca e del l’acquacoltura, altri settori e rappresentanti della società civile per disegnare una strategia di sviluppo della costa emiliano-romagnolo così come previsto dal FEAMP. Punti cardine della strategia europee per la pesca sono la sostenibilità, il sostegno alla redditività e alla competitività, la diversificazione delle economie locali, la creazione di nuovi posti di lavoro.

La Regione Emilia-Romagna tradurrà questi obiettivi con misure e azioni con un budget a disposizione di € 39,5 milioni, di cui 5,8 milioni destinati allo sviluppo locale delle aree di pesca e acquacoltura attraverso il FLAG appunto.

Cesenatico aderisce all’Associazione Temporanea di scopo insieme ad altri 10 Comuni della costa e insieme a numerose realtà della pesca, della cooperazione e della società civile.

“Con il voto di oggi – spiega il Sindaco Gozzoli – dopo anni si apre un percorso finalizzato alla riqualificazione dell’area produttiva e delle banchine del porto di Cesenatico”.

Il Vicesindaco Mauro Gasperini con delega alla pesca: “Ora partirà la raccolta delle esigenze dei territori, premesso che con il Flag sono finanziabili tutti gli interventi non strutturali quelli strutturali saranno contenuti nel FEAMP.”

“Il Comune di Cesenatico – prosegue Gasperini – ha già individuato progetti per 375.000 euro finalizzati alla riqualificazione del mercato ittico, alla realizzazione un’isola ecologica dedicata all’area della banchina nonché interventi finalizzati a monitorare con sistemi di videosorveglianza l’area commerciale e produttiva del porto.”

Per il Comune di Cesenatico il progetto sarà seguito da un gruppo di lavoro dagli assessori Valentina Montalti, Mauro Gasperini dal consigliere comunale Mario Drudi coordinati dal dirigente Claudio Ceredi.

Conclude Valentina Montalti, assessore ai lavori pubblici e indicata come legale rappresentante all’interno del FLAG: “Come abbiamo sempre sostenuto in campagna elettorale, è essenziale programmare condividere e progettare per poter attingere ai fondi europei, unica risorsa in tempi come questi per far ripartire la nostra città. L’adesione al Flag costiero rappresenta dunque il primo passo per attingere a questo importante filone di finanziamenti e per dare voce alle nostre esigenze territoriali e di sviluppo.”

 

Ufficio Stampa del Comune di Cesenatico