Nella foto Stefano Bellavista, di Sillaba, Adele Briani Fioravanti, la sindaca di Sogliano al Rubicone Tania Bocchini e l'assessora alla Cultura Erica Comandini

Teatro e musica d’autore immersi nel paesaggio. È la naturale appendice estiva della programmazione teatrale di Sogliano al Rubicone, Prova d’Attore, che dal 28 giugno al 1° agosto diventa outdoor

I Notturni nel Bosco 2024 presentano cinque appuntamenti teatrali nel paesaggio boschivo, palcoscenici naturali da raggiungere armandosi di lentezza e scarpe da trekking, lungo i sentieri soglianesi, sul fare della sera.

Una proposta culturale sostenibile e resiliente che il Comune di Sogliano al Rubicone insieme a Sillaba per la VII edizione offrono ad un pubblico sempre più sensibile a relazionarsi da vicino con la natura, lasciarsi abbracciare dal paesaggio intorno, in una modalità lenta e di osservazione di ciò che abitualmente ci circonda ma che spesso attraversiamo senza “abitare”, assorti nelle faccende quotidiane.

I Notturni nel Bosco valorizzano radure, piccoli declivi, spazi ricavati tra la vegetazione boschiva in arene e palcoscenici naturali, adattando i contenuti del cartellone all’ambiente.

Punto di incontro tra spettatori e palcoscenici, gli artisti, che a loro volta si lasciano coinvolgere nel gioco immersivo costruito secondo un rituale ormai noto, il ritrovo in un punto stabilito per una breve camminata attraverso sentieri per raggiungere insieme il luogo di spettacolo. Una proposta di teatro diffuso che anche per l’estate 2024 ci riempirà il cuore e l’anima del fascino e della suggestione di un tramonto da ammirare sulla soglia di un bosco.

Il cartellone che attraverserà il paesaggio naturale lungo il sistema dei Sentieri dell’Alto Rubicone, farà dunque tappa al Parco di San Donato a Vignola, alla Sorgente dell’Urgon a Bagnolo, al nocciolo centenario nell’Aia Bella di Savignano di Rigo, luoghi collaudati come eccellenti arene di spettacolo dal vivo.

A inaugurare la rassegna venerdì 28 giugno saranno la musica e una protagonista d’eccezione, Nada, in concerto con Andrea Mucciarelli alla chitarra. Nada Duo riprende quello che era il concerto del “Nada Trio”, nato con la collaborazione di Fausto Mesolella e Ferruccio Spinetti, chitarra e contrabbasso degli Avion Travel. In scaletta brani come “Il porto di Livorno”, “Ma che freddo fa” e grandi successi come “Amore disperato” e “Ti stringerò”, L’appuntamento è alla Sorgente dell’Urgon, al Passo dei Meloni.

Venerdì 19 luglio Elio Germano & Teho Teardo porteranno in scena all’Aia Bella a Savignano di Rigo Il sogno di una cosa. Liberamente tratto dal capolavoro di Pier Paolo Pasolini, in una versione di parole e musica, lo spettacolo parla con le voci delle persone che dall’Italia del secondo dopoguerra, stremate dalla povertà, sono scappate attraversando illegalmente il confine per andare in Jugoslavia, attratte dal comunismo e con la speranza di trovare un lavoro dignitoso.

Mercoledì 24 luglio con Corrado Formigli e Stefano Massini il focus del cartellone si sposta sul teatro civile. Il consolidato duo televisivo di Piazzapulita porterà a Sogliano al Rubicone, all’Aia Bella a Savignano di Rigo, Titanic ovvero, il pianeta affonda ma l’orchestrina continua a suonare, con musica eseguita dal vivo, ponendo e ponendosi la domanda se esistano delle regole, minime, concrete, semplicissime, per evitare al Titanic l’impatto con l’iceberg…

Ancora musica lunedì 29 luglio al Parco San Donato di Vignola con due giganti come Paola Turci e Gino Castaldo. Con Il tempo dei giganti. 1979-1981: i tre anni magici della musica italiana, si ripercorreranno tra materiali d’archivio e performance live gli anni di Lucio Dalla, Pino Daniele, Fabrizio De André, Vasco Rossi, Franco Battiato, Rino Gaetano, Lucio Battisti e tanti altri.

In chiusura, sempre al Parco San Donato, giovedì 1 agosto Sabina Guzzanti in Liberidì liberidà. Da ormai un paio d’anni, Guzzanti, figlia, sorella e soprattutto madre di tanti orfani dei bei tempi andati, si dedica al dialogo sia con Meloni che con Schlein, con l’unico obiettivo di attenuare il danno. In questa sorta di conferenza soglianese, una stand up comedy, l’artista parlerà non solo la politica ma anche di sviluppo tecnologico.

Gli spettacoli avranno inizio alle 21.30. La biglietteria in loco aprirà alle 20.

Dalle 20 possibilità di organizzarsi il pic-nic con pranzo al sacco al tramonto del sole. Sono richiesti torcia, scarpe da trekking, abbigliamento comodo, borraccia e una coperta o telo per la seduta a terra. Nelle aree che ospiteranno gli spettacoli non sono previste platee con sedute, il pubblico sarà invitato ad accomodarsi in autonomia.

INFORMAZIONI

Biglietti € 20

Prevendita su www.liveticket.it

370.3685093 – spettatore@sillaba.org