Dal 9 maggio al 16 giugno 2024

Si alza il sipario sulla quarta edizione del “Festival Caterina Sforza di Forlì. L’Anticonformista 2024”, la rassegna di spettacolo, cultura e intrattenimento dedicata a una tra le figure femminili più emblematiche del Rinascimento italiano, donna sfaccettata, fuori dagli schemi ed extra-ordinaria, promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Forlì, con concept e direzione artistica di Eleonora Mazzoni.

Il festival, in programma dal 9 maggio al 16 giugno con eventi diffusi in tutta la città, quest’anno si presenta con una grande novità. Per celebrare la Leonessa di Romagna, infatti, il Comune di Forlì ha riaperto le porte della sua antica dimora e organizzato alcuni degli appuntamenti del festival in uno dei luoghi più significativi della città: la Rocca di Caterina.

Combattente e coraggiosa, intraprendente e trasgressiva, appassionata e creativa, Caterina Sforza ha sempre coltivato in ogni suo ambito d’azione, sia pubblico che privato, tre qualità: la forza, la fiducia, la curiosità. Nel 2024 saranno questi motori a guidarci e a diventare il carburante per attraversare un oggi così complesso e cangiante”, dichiara la direttrice artistica del Festival, Eleonora Mazzoni. “Partendo quindi da Caterina, che fece esperienza di grandi successi e grandi sconfitte, che non si arrese mai ma seppe sempre ricominciare, partendo da sé stessa, non smettendo di studiare e ampliando le sue conoscenze, ci domanderemo: nella nostra società, in cui tanto si parla di fragilità e inadeguatezza, cosa significa essere forti, fronteggiare paure e pericoli, nel rispetto altrui e senza ricorrere alla violenza? In un mondo che sta vivendo due importanti emergenze sociali, la solitudine e la depressione, come si fa a resistere alla fatica del vivere e allenare la curiosità e la fiducia nel futuro, negli altri, in sé stessi? Nell’epoca attuale, in cui il potere economico e mediatico ci regala una realtà costantemente manipolata e ci inonda di modelli prestabiliti, si riesce ad essere liberi e anticonformisti?”.

IL PROGRAMMA

Si partirà con appuntamenti nel mese di maggio: “La storia della tigre e del dragone”, monologo inedito di Roberto Mercadini, “Anticonformiste all’opera”, lezione spettacolo di Jacopo Veneziani e “Sermone al mio celeste pollaio”, performance di Mariangela Gualtieri. Non mancheranno anche laboratori per bambini con l’appuntamento a Casa Romagna con Dolores Carnemolla e Marcello Orbiglioli, autrice e illustratore del libro “Caterina Sforza, nobile guerriera” (Fog Edizioni), presentati da Marco Viroli. Non solo, alcuni appuntamenti si svolgeranno in collaborazione con CavaRei, Società Cooperativa Sociale che si occupa di persone con disabilità e disagio mentale. 

La rassegna entrerà nel vivo con “RAFFAELLA!”, omaggio a Raffaella Carrà. Uno spettacolo musicale in Piazza Saffi con Beatrice Baldaccini, una delle protagoniste indiscusse del musical italiano, che riproporrà le note dei brani più famosi e significativi della carriera di un’icona immortale. “Cruciverba live. Le parole di Caterina” è invece il titolo dello spettacolo che andrà in scena alla Rocca di Caterina: un cruciverba realizzato ad hoc e proiettato sul grande schermo per giocare e riflettere insieme sulla vita e l’eredità simbolica di Caterina Sforza. Ad accompagnare Stefano Bartezzaghi, ci saranno Eleonora Mazzoni e l’aiuto del pubblico.

Il Festival terminerà con l’appuntamento alla Rocca di Caterina con il talk show “Voi non sapete che cos’è l’amore”. Caterina Sforza ebbe tre mariti e molti uomini, tanto che si diceva non sapesse stare “a letto voto” e nel suo libro Experimenti, ha lasciato alcune ricette afrodisiache che mostrano un’invidiabile libertà di costumi. Dopo una performance teatrale, creata ad hoc per il festival dalla verve di Maria Pia Timo, Eleonora Mazzoni intervisterà Giuseppe Cruciani, giornalista e conduttore radiotelevisivo, ed Ester Viola, avvocatessa, scrittrice, autrice della rubrica del cuore su Io Donna, dove esplora il tema delle coppie e delle relazioni amorose nell’Italia di oggi.

Quest’anno la rassegna sarà arricchita dal ciclo “Ritratto d’autrice”, in collaborazione con Mega Mondadori di Forlì: quattro incontri con i libri appena usciti di alcune delle scrittrici e pensatrici più interessanti del panorama nazionale. Le ospiti in programma: Azzurra Rinaldi, economista e scrittrice, Nicoletta Verna, scrittrice forlivese, Chiara Mercuri, storica e saggista e Jennifer Guerra, giornalista e scrittrice di tematiche femministe. Gli incontri si svolgeranno presso la Salamenouno della MEGA Mondadori di Forlì.

INFORMAZIONI

La partecipazione è gratuita ad accesso libero senza prenotazioni fino ad esaurimento posti. Ingresso consentito da un’ora prima dell’evento.