Fonte: Comune di Santa Sofia

Da dicembre prosa, musica e teatro ragazzi

Dopo la lunga pausa forzata a causa dell’emergenza sanitaria, anche il Teatro Mentore di Santa Sofia è finalmente pronto a riaprire il sipario e lo farà con una serie di spettacoli di prosa, musica, teatro ragazzi e iniziative collaterali fuori abbonamento.

“Da troppo tempo aspettavamo il momento in cui avremmo potuto riaprire le porte del nostro Teatro Mentore– dice Isabel Guidi, Assessora alla Cultura del Comune di Santa Sofia. L’emergenza sanitaria ci ha messo a dura prova, noi santasofiesi siamo abituati a vivere la socialità in prima persona e questi ultimi anni sono stati lunghi e poveri di momenti di incontro e di confronto. Dal 2016 il Mentore ha ospitato spettacoli, feste, concerti, recite… ha accolto tutti i santasofiesi e un gran numero di spettatori provenienti da tutta la Romagna. Ripartire sarà emozionante e non vediamo l’ora di tornare a riempire il teatro con lo stesso entusiasmo di prima.”

Come in passato, la stagione di prosa 2021/2022 è sotto la direzione di Ruggero Sintoni, mentre la parte musicale è a cura di Elena Indellicati e Vanni Crociani dell’Associazione Musicale Roveroni, che gestisce anche la struttura.

Il sipario del Teatro Mentore si aprirà nel periodo natalizio, con alcuni eventi dedicati ai più piccoli e fuori abbonamento: “Il lungo viaggio del coniglio Edoardo” (18 dicembre) e il classico “Un topo, due topi, tre topi… Un treno per Hamelin (7 gennaio), a cui si aggiungeranno altri eventi che abitualmente caratterizzano il Natale, come il Concerto del Corpo Bandistico “C. Roveroni” e i saggi dell’Associazione Musicale Roveroni.

Sabato 8 gennaio ad aprire il cartellone di prosa è “L’Oreste” di Claudio Casadio, spettacolo che fa riflettere su malattia mentale e abbandono, a cui seguirà sabato 29 gennaio “Panico ma rosa” di Alessandro Benvenuti, una sorta di diario tragicomico scritto durante il lockdown. Mercoledì 9 febbraio Chiara Francini ed Alessandro Federico mettono in scena un grande classico, “Coppia aperta quasi spalancata” di Dario Fo e Franca Rame; sarà poi la volta, mercoledì 2 marzo, di Amanda Sandrelli con “Lucrezia forever”, ispirato all’omonimo personaggio nato dalla matita di Silvia Ziche. Sabato 19 marzo a calcare il palco è Simone Cristicchi con il suo spettacolo “Paradiso. Dalle tenebre alla luce”, omaggio al Paradiso di Dante Alighieri. Venerdì 25 marzo arriverà la musica jazz con Chiara Civello e la pianista Rita Marcotulli mentre a chiudere la stagione sarà Geppi Cucciari venerdì 2 aprile con “Perfetta”, monologo sulle donne scritto da Mattia Torre.

A questi spettacoli si aggiunge, fuori abbonamento, l’appuntamento invernale con Artusi Jazz, che martedì 4 gennaio apre l’anno con “Viva De André”, concerto-racconto ideato, scritto e narrato da Luigi Viva che racconta in musica, parole e con l’ausilio di documenti audio inediti lo straordinario percorso artistico di De André e l’amore per il jazz.

Novità è l’inserimento nella stagione teatrale di alcuni incontri con l’autore, organizzati insieme ad Archimedia soc. coop: venerdì 14 gennaio Corrado Ravaioli dialogherà con Calo Lucarelli, il quale presenterà il suo ultimo libro “Léon” (Einaudi Stile Libero Big).

“Finalmente il Teatro Mentore riprende la sua funzione di contenitore culturale e spazio di aggregazione – dice il sindaco di Santa Sofia Daniele Valbonesi. Ma voglio sottolineare come, negli scorsi mesi, il Mentore sia stato comunque un importante punto di riferimento per tutta l’alta valle del Bidente in qualità di hub vaccinale gestito da AUSL che ha permesso a centinaia di persone di sottoporsi alla vaccinazione senza dovere raggiungere Forlì. Voglio aggiungere che è proprio grazie alla campagna vaccinale se, oggi, possiamo riaprire il teatro e cercare di riprendere tutte le attività che svolgevamo prima della pandemia, seguendo ovviamente tutte le precauzioni necessarie.”

La stagione teatrale è stata realizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Santa Sofia, con il contributo di Parco Nazionale Foreste Casentinesi Monte Falterona e Campigna, Hera, Romagna Acque, Stabilimento Tipografico dei Comuni, Falegnameria Bussi, Del Campo, CTA, La BCC Credito Cooperativo Ravennate Forlivese e Imolese, CNA Associazione territoriale di Forlì-Cesena e con la media partnership di Radio Bruno.

Queste le modalità per sottoscrivere gli abbonamenti non nominativi (e quindi cedibili a terzi), presso la biglietteria del teatro: giovedì 9 dicembre dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 16:00 alle 18:00 e sabato 11 dicembre dalle 10:00 alle 12:00 presso la biglietteria del teatro, sarà possibile acquistare l’abbonamento cumulativo (tutte le date del cartellone) esclusivamente per gli aventi diritto di prelazione (possessori abbonamento 2019/2020). Lunedì 13 dicembre dalle 16:00 alle 18:00 e martedì 14 dicembre dalle 10:00 alle 13:00 presso la biglietteria del teatro sarà possibile acquistare l’abbonamento cumulativo al costo di 100 euro (tutte le date del cartellone). I biglietti per i singoli spettacoli sono acquistabili presso il teatro direttamente la sera dell’evento stesso e sono prenotabili telefonicamente contattando il numero 349 9503847 oppure via e-mail teatromentore@gmail.com.