Fonte: Regione Emilia-Romagna

Il Presidente Stefano Bonaccini: “Passa anche da questi spazi e dai luoghi dell’arte la crescita dei nostri territori, bande e cori patrimonio comune”

E’ un giorno importante per la comunità di San Mauro Pascoli: si inaugura la nuova Casa della Musica, situata nei locali restaurati dell’ex Casa di riposo per anziani, ora Compendio Domus Pascoli.

Il nuovo spazio culturale apre le proprie porte oggi, in occasione della Fiera di San Crispino, patrono della città, alla presenza del presidente della Regione, Stefano Bonaccini, della sindaca, Luciana Garbuglia e di tutte le autorità locali.

“E’ una grande soddisfazione- afferma il presidente Bonaccini– condividere con la comunità di San Mauro l’apertura di questo nuovo spazio dedicato alla musica, uno dei settori che più ha sofferto durante la pandemia. Oggi possiamo festeggiare doppiamente, sia per la possibilità di far crescere i luoghi della cultura sul nostro territorio sia per la ripresa delle lezioni, dei corsi e della musica dal vivo, col pubblico in presenza. Un risultato ottenuto grazie ai vaccini, alle regole di prevenzione e al senso di responsabilità della gran maggioranza delle persone. Il Compendio Domus Pascoli si arricchisce quindi di uno spazio funzionale alla crescita dell’attività musicale, soprattutto dei giovani, promossa dalla Regione. Per la musica- chiude Bonaccini– abbiamo approvato una legge regionale unica a livello nazionale, che ha come obiettivo il sostegno al settore, a cori e bande, a giovani talenti e alla musica dal vivo”.

La casa della Musica

La Casa della musica nasce per ospitare le attività del complesso bandistico e i corsi formativi dell’associazione Amici della Musica di San Mauro Pascoli, nata nel 1872 e impegnata nella valorizzazione e nella conoscenza musicale.

L’intervento di recupero dell’edificio, finanziato dal Ministero della Cultura con 880 mila euro, è stato realizzato dallo studio di Architetti Cumo, Mori, Roversi di Rimini, mentre il sostegno della Regione avviene nell’ambito dei finanziamenti per la promozione della musica e delle attività di bande e cori (12mila euro, attraverso l’Associazione nazionale delle bande musicali autonome).

I lavori di restauro erano previsti all’interno di un accordo che impegna il Comune in un percorso di valorizzazione, promozione e divulgazione del patrimonio culturale pascoliano.

L’intero Compendio Domus Pascoli è al centro di un progetto di grande respiro, costituito dalla Casa della musica, dalla Casa natale di Pascoli (monumento nazionale), dal parco delle Rimembranze e dalla scuola dell’infanzia.

L’intero complesso è patrimonio comunale dal 2018, con l’impegno di riqualificare tutta l’area nell’arco di 20 anni.