Webinar, masterclass, conferenze in oltre 30 Paesi di tutti i continenti

Saperi e sapori delle terre italiane, a 200 anni dalla nascita di Pellegrino Artusi, è il focus della V settimana della cucina italiana nel mondo, promossa dal Ministero Affari Esteri e Cooperazione Internazionale.

Naturalmente il padre della cucina italiana non è mai mancato nelle precedenti edizioni, ma quest’anno è al centro del programma che si realizza, in remoto causa pandemia, in ogni angolo di mondo, a partire da sei video promozionali prodotti dalla Farnesina a cura di Casa Artusi che mettono al centro lo straordinario patrimonio agroalimentare italiano e gli insegnamenti del gastronomo di Forlimpopoli che vive nel futuro.

La Regione Emilia-Romagna e Casa Artusi portano in 30 Paesi di tutti i continenti la sua eredità: oltre 60 gli eventi e le attività presentati in oltre trenta Paesi di tutti i continenti, realizzati in collaborazione con Ambasciate, Consolati, Istituti Italiani di Cultura, ICE e Camere di Commercio all’Estero, ENIT, Società Dante Alighieri, oltre a Università, associazioni e altre istituzioni che rappresentano e promuovono nel mondo la cultura gastronomica e i prodotti italiani certificati.

I temi portanti di questa edizione,  “sostenibilità” – “qualità” – “salute”, in linea con l’azione di valorizzazione della tradizione culinaria italiana e di promozione di uno stile di vita sano attraverso la Dieta Mediterranea, trovano in Artusi un  ambasciatore di eccezione.

Si tratta di webinar, conferenze, masterclass e show-cooking virtuali, lezioni di cucina in videoclip sulle ricette artusiane, mostre digitali, video e web show, personalizzate nelle diverse lingue, oltre al video del bicentenario, “ Casa Artusi a Forlimpopoli, il viaggio della cucina domestica” realizzato da Casa Artusi con il sostegno della Camera di Commercio della Romagna,  accolto  con largo dalle sedi estere e dalla platea ‘virtuale’ che le attuali condizioni di emergenza impongono.

Tra le proposte della Regione Emilia-Romagna e Casa Artusi, due mostre digitali che celebrano Artusi e un altro ‘grande figlio’ di questa terra, Federico Fellini, di cui ricorre nel 2020 il centenario della nascita, visitabili ‘in situ’ e/o online in 26 sedi in 23 Paesi.

Per chi è interessato ad aggiornamenti può seguire i canali social di Casa Artusi

 La V Settimana della Cucina Italiana nel Mondo, già avviata negli Stati Uniti, viene ufficialmente inaugurata il 23 novembre, nella conferenza stampa indetta dalla Farnesina a cui partecipa la Presidente di Casa Artusi, Laila Tentoni che dichiara: “Il nome di Artusi, quale padre della cucina domestica italiana, è presente, si può dire, in ogni angolo di mondo. Si tratta di un evento  portentoso, per nulla scontato, che premia un lavoro coerente e costante reso da Casa Artusi a servizio del nostro territorio, a partire da  Forlimpopoli, quale città natale del grande Pellegrino. Spero che questo renda orgogliosi per primi proprio i Forlimpopolesi, che vedono il buon nome della nostra cittadina innalzato all’interesse internazionale come modello virtuoso di bellezza e buon vivere. Ma spero soprattutto che questo territorio possa guardare con fiducia al futuro, nonostante il momento eccezionale che ci troviamo a vivere, cogliendo anche da questo lavoro basilare, quando i turisti torneranno a visitarci, dalla Rocca lungo l’asse del gusto, occasioni in termini di sviluppo culturale, economico e di creatività. “