Riportiamo la nota del Comune di Forlì

Il Comitato Forlì Suona è l’espressione delle scuole di musica private di Forlì che hanno funzione pubblica. Si tratta delle scuole Accademia InArte, Cosascuola Music Academy, Messaggio Musicale Federico Mariotti, Filarmonica Carpena e Magliano, la Scuola Lizard, Fourmusic.Studio.

La città di Forlì ha una vocazione musicale spiccata e da una breve indagine conoscitiva è emerso che sono circa 1.500 gli studenti, bambini, ragazzi e adulti, che studiano nelle scuole di musica di Forlì e che l’83% – ovvero oltre 1.200 – studia musica nelle sei scuole del Comitato Forlì Suona. È una percentuale molto importante che indica che le sei scuole di Forlì Suona rispondono ai bisogni della domanda formativa di musica.

I fini del Comitato Forlì Suona sono promuovere la musica, la didattica, lo spettacolo, dare supporto alle istituzioni didattiche e culturali fondatrici e creare progetti artistici condivisi.

Il primo evento che vedrà una collaborazione di tutte le scuole di musica di Forlì Suona è la creazione della colonna sonora delle due serate dedicate al Festival di Caterina con la direzione artistica di Davide Rondoni che si terrà all’Arena San Domenico il 17 e il 18 settembre. Un’avventura a dir poco emozionante e ambiziosa, perché si convocheranno diversi allievi provenienti dalle 6 scuole a suonare in una formazione orchestrale dopo una primavera difficile e di sospensione di tutte le manifestazioni di musica d’insieme. Ma l’entusiasmo è tanto perché si è convinti che insieme avremo più forza!

I progetti e le idee sono molti e spaziano dalla produzione e organizzazione di concerti con una forte componente didattica, all’ideazione di “facilitazioni” per le attività concertistiche delle scuole, all’organizzazione di Masterclass e corsi di aggiornamento, alla creazione di piattaforme informatiche e on-line a supporto delle attività amministrative, organizzative e didattiche delle scuole aderenti.

Le scuole appartenenti a Forlì Suona avevano già cominciato a ipotizzare una rete dall’inverno scorso su suggerimento dell’Assessore Melandri che ha favorito questa unione; poi il periodo di quarantena con le sue tante incertezze per l’attività artistica e musicali, le ha affiatate ancora di più con la motivazione di trovare soluzioni insieme per la riapertura in sicurezza.

L’Amministrazione Comunale non è stato il solo soggetto a dare impulso alla nascita di questo comitato ma anche Romagna Musica soc. coop. da anni impegnata a Forlì nella progettazione e ricerca fondi per le scuole di musica, che ha voluto promuovere la creazione del Comitato fin da subito, partecipando alla fondazione, in qualità di sponsor tecnico e socio sostenitore.

Hanno condiviso i protocolli, le informazioni sui dispositivi anti-covid, hanno collaborato alla consultazione degli uffici della Regione per avere delucidazioni su quali corsi poter riavviare. La collaborazione è divenuta fin da subito operativa e da qui la decisione che questo Comitato era da fondare perché avrebbe portato a tutti solo vantaggi.

Tra i progetti principali troviamo quello della formazione del futuro pubblico degli spettacoli dal vivo, la realizzazione di convenzioni per calmierare le spese dello spettacolo live, la creazione di un cartellone condiviso di eventi, la collaborazione nella formazione continua e tante altre iniziative volte ad innalzare la qualità didattica e del servizio offerto.

Una delle azioni del Comitato è la facilitazione nel ricevimento di donazioni e sponsorizzazioni, nonché contributi pubblici perché, non dimentichiamolo, queste scuole si sostengono grazie quasi esclusivamente ai contributi associativi, dimostrando un’efficienza di gestione che va valorizzata, ma per crescere è necessario reperire anche fondi esterni per elevare la qualità dell’educazione musicale cittadina.