Il 26 luglio l’ultimo concerto e premiazione del concorso di pittura don Dario Ciani

Mercoledì 26 luglio, presso la Chiesa di Santa Maria Assunta in Sadurano si svolgerà l’evento conclusivo del festival Sadurano Serenade, manifestazione organizzata unitamente dalle Associazioni Amici di Don Dario e Mozart Italia di Forlì. Lo spostamento al mercoledì rispetto ai giovedì sera della rassegna non è casuale, ma denso di significati: il 26 luglio, infatti, è il secondo anniversario della scomparsa di don Dario Ciani, ispiratore dell’iniziativa e grande amante dell’espressione musicale.

Sul colle di Sadurano prenderà vita, quindi, un’iniziativa a tutto tondo per ricordare il sacerdote scomparso e tenere viva la fiamma delle sue intuizioni in ambito sociale e artistico. Il programma prevede alle ore 18,30 la Santa Messa concelebrata in sua memoria, presieduta dal Vicario generale della diocesi di Forlì-Bertinoro mons. Pietro Fabbri, che sarà seguita dalla premiazione dei vincitori del 2°concorso di pittura “Don Dario Ciani: come le note diventano colore”, riservato alle opere prodotte dai detenuti del Carcere di Forlì, quale naturale conclusione del laboratorio artistico curato dal maestro Alvaro Lucchi. Interverranno all’evento Palma Mercurio e Nicoletta Toscani, dirigenti della Casa Circondariale forlivese.

Dopo il buffet offerto a tutti i presenti, alle 21,00 prenderà vita il concerto che vedrà come protagonisti Davide Zavatti (violoncello, oltre che fondatore di Sadurano Serenade) e Heide Müller (arpa): si tratta di una particolarissima esibizione musicale, alla quale, per esplicita richiesta dello stesso Zavatti, alcuni presenti potranno ascoltare le melodie proposte distesi a fianco del violoncello. Il programma prevede QuoVadisBach (Decelerazioni musicali sulle Suites di J.S.Bach) e Seelestial (I segreti delle tonalitá musicali nel corso dell‘anno come respiro della Terra e risonanza del cosmo sull‘anima con musiche di Raphael Simčič su testi di Rudolf Steiner.

Davide Zavatti, nato a Forlì, è stato allievo di Leonello Godoli e si è perfezionato con Rocco Filippini, Franco Rossi ed il Quartetto Amadeus. Ha tenuto concerti a Roma, Arena di Verona, Milano, Parma, Londra, Budapest, Atene, Berlino, Lipsia, Lussenburgo, Musikverein Vienna, Mozarteum di Salisburgo. Dal 1990 svolge anche attivitá di design, grafica, fotografia e concetti creativi. Sviluppa progetti che cercano di dare impulsi per il futuro, come ad esempio il Concerto SeConDario, il progetto Musae Musicali, il Sentiero SeConDario e BachDonau, Abbraccio SeconDario. Ha partecipato a laboratori di sviluppo musicale e sonoro con Manfred Bleffert e svolge ricerca nel campo della musicoterapia applicata all’arte.
Heide Müller, nata a Baden-Baden, ha studiato arpa a Mannheim e a Vienna. Importanti istituzioni ne hanno riconosciuto il talento e sponsorizzata negli studi: tiene regolarmente concerti in Germania e all’estero e ha suonato nella Carnegie Hall di New York, nel Musikverein di Vienna e nella Philharmonie di Berlino. È arpa solista dell’orchestra Jungen Philharmonie Wien e insegna nella Scuola di musica di Vienna.

L’ingresso al concerto è a offerta libera. Info: ass. Amici di don Dario: tel. 0543.21900 – [email protected]