Nella “Dolce Estate 2017” primo esperimento di rassegna dialettale in riva al fiume

E’ una delle novità della “Dolce Estate 2017”: mercoledì 5 luglio a Savignano debutta “Un fiom ad sbacaredi”, la nuova rassegna dedicata alle risate con tre appuntamenti di teatro dialettale. A caratterizzare la rassegna è la sede: non un teatro canonico né un palco in piazza ma l’alveo del fiume Rubicone “che ancora una volta – commenta l’assessore a Cultura e centro storico Maura Pazzaglia – si conferma luogo di ritrovo ideale nell’estate dei savignanesi, in grado di fare da cornice a spettacoli diversi come cinema, teatro, rievocazioni ed eventi conviviali”.

 

Tre quindi le serate di spettacolo proposte da Savignano Eventi nel cartellone di “Un fiom ad sbacaredi”: si parte mercoledì 5 luglio con “La Rumagna l’è fata” di e con Denis Campitelli. Che cos’è la Romagna? Una semplice zona geografica o un luogo dell’anima, un’isola del carattere? Lo spettacolo prende spunto dalle poesie dei poeti di questa terra per raccontare la nascita del romagnolo e il suo divenire uomo, attraverso situazioni ironiche, farcite di un surreale realismo. I diversi personaggi che prendono forma dai monologhi-soliloqui, come e Ciavadòr, e Curidòr, il Dandy, l’amante degli animali, con il loro carattere vivace, la loro buffa fisicità, il modo schietto di parlare e osservare la vita, portano lo spettatore a riconoscere qualcosa di se stesso.

 

Si prosegue poi mercoledì 12 luglio con “Zirundeli, letture di poeti savignanesi” a cura della compagnia La Speranza di Savignano con intermezzi musicali del Birro di Romagna, mentre mercoledì 19 luglio si conclude con gli “Epigrammi Romagnoli” di Lorenzo Bartolini e Roberto Mercadini. Tutti gli appuntamenti, a ingresso libero, inizieranno alle 21.15 nel tratto di fiume a cui si accede da via Canale (vicino al ristorante pizzeria Il Grottino). La rassegna fa parte del cartellone de “la Dolce Estate” 2017, info alla pagina facebook “Savignano Viva”.