foto di repertorio shutterstock

“La misura offre fino a 3.000 euro di contributo per gli iscritti ai corsi di studio dell’Università di Bologna che si sono trovati in particolare difficoltà a causa degli eventi alluvionali del mese scorso, tanto da rallentare o compromettere gli studi”

L’Università di Bologna mette a disposizione 250.000 euro per sostenere le studentesse e gli studenti colpiti dall’alluvione in Emilia-Romagna. L’iniziativa è aperta agli iscritti ai corsi di laurea, di laurea magistrale, di laurea magistrale a ciclo unico e di dottorato (senza borsa) dell’Alma Mater che si sono trovati in particolare difficoltà a causa degli eventi alluvionali del mese scorso, rischiando di rallentare o compromettere gli studi.

Il bando – che resterà aperto fino al 12 settembre – offre alle studentesse e agli studenti fino a 3.000 euro di contributo: oltre all’iscrizione ad un corso di studi dell’Alma Mater, per partecipare è necessario essere residenti o domiciliati in uno dei territori colpiti dall’alluvione ed avere i requisiti indicati relativi alla condizione economica (fino a 35.000 euro di ISEE e fino a 76.000 euro di ISPE).

Parte delle risorse necessarie per questa iniziativa è stata messa a disposizione dal Consiglio Studentesco, che ha attinto ai fondi per il miglioramento dei servizi studenteschi.

L’Università di Bologna si è attivata già dai primi giorni dell’emergenza maltempo che ha colpito l’Emilia-Romagna per sostenere le sue studentesse e i suoi studenti, garantendo il proseguimento delle attività didattiche anche a distanza e attivando sessioni straordinarie sia per gli esami che per le lauree.

Per maggiori informazioni: bandi.unibo.it/s/abis1/bando-di-concorso-per-l-assegnazione-di-contributi-a-studentesse-e-studenti-iscritti-all-a-a-2022-2023-in-condizioni-di-difficolta-a-causa-degli-eventi-alluvionali-del-maggio-2023