Foto di repertorio

Ecco le nuove modalità di pagamento dei tesserini

Con le prime giornate che fanno vagheggiare la primavera si avvia all’apertura la stagione 2022 della raccolta dei funghi nel parco nazionale Foreste casentinesi, monte Falterona e Campigna. La particolare regolamentazione, nell’area protetta, ha lo scopo di rendere compatibile questa attività con la tutela dei pregiati ecosistemi, gli stessi che fanno sì che ci possa essere una così abbondante ricchezza nel sottobosco.

Anche quest’anno, per procedere alla raccolta dei funghi nel territorio del Parco nazionale, verrà giudicata valida la ricevuta del versamento effettuato tramite la piattaforma nazionale pagoPA (https://www.pagopa.gov.it/). Dal sito l’utente può accedere al servizio (tramite SPID o senza accreditamento) ed effettuare il pagamento on line pagoPA con carta di credito o addebito sul proprio conto. Altrimenti si può stampare l’avviso pagoPA (bollettino analogico) per la quietanza presso i PSP (Prestatori Servizi di Pagamento) o banche, Poste, Lottomatica e home banking.

In considerazione dei problemi che in taluni casi sono stati riscontrati nell’avvalersi dei nuovi strumenti obbligatori per i pagamenti a favore della pubblica amministrazione il Parco ha anche provveduto alla realizzazione di un tutorial (https://www.youtube.com/watch?v=mZ5O-Z-mBG0) con la puntuale descrizione di tutti i passaggi della procedura. Anche per il 2022, In relazione all’emergenza sanitaria “Coronavirus”, la residenza nel Parco nazionale potrà essere dimostrata in fase di controllo attraverso l’esibizione un documento di identità.

In caso di smarrimento o nuove richieste le istanze possono pervenire all’ente via mail, agli uffici del Parco o alle stazioni del Reparto Carabinieri Parco competenti per territorio. Per altre informazioni e indicazioni si rimanda al testo integrale del regolamento sulla raccolta funghi nel Parco (https://www.parcoforestecasentinesi.it/it/vivi-il-parco/attivita/raccolta-funghi). Si ricorda che la raccolta della Calocybe gambosa (Prugnolo), per ragioni di salvaguardia della specie, è ammessa solo a partire dal 15 aprile.

Per ulteriori informazioni è possibile contattare telefonicamente gli uffici del Parco: Pratovecchio 0575. 503029 ([email protected]); Santa Sofia 0543. 971375 – ([email protected]).